Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Quando posso andare in pensione, quando presentare domanda e quando riposo obbligatorio

Pensione Opzione donna

Rispondiamo ai dubbi dei nostri lettori sulla data del pensionamento, su quanto prima presentare domanda di pensione e su quando sussiste il “pericolo” del collocamento a riposo d’ufficio.

  1. Buongiorno, sono una docente di scuola superiore nata il 25-10-1960.  Sono in ruolo dal 01-09-1987, servizio pre-ruolo dal 13-10-1983 e riscatto effettuato di 4 anni università. Quando posso andare in pensione? Ringrazio e resto in attesa di risposta.
  2. Buonasera Ho 21 anni di contributi, attività cessata e compio 67 anni di contributi e invalidità civile al 68%.quando devo pressn5domamsa di pensione
  3. Buon giorno sono un lavoratore del pubblico impiego ho 60 anni e 43 anni di contributi possono mettermi a riposo obbligatorio anche se vorrei rimanere, grazie

Pensione e pensionamento

1)Con 59 anni di età e con circa 40 anni di contributi (conteggiando quanto da lei scritto) potrebbe accedere alla pensione già dal prossimo 1 settembre 2020 con l’opzione donna (requisiti raggiunti entro il 31 dicembre 2018) ma non le consiglio di farlo a causa della pesanti penalizzazioni sull’assegno pensionistico che la misura potrebbe comportare. Potrebbe, poi, accedere al pensionamento dal 1 settembre 2022 con la pensione anticipata (che per le donne richiede 41 anni e 10 mesi di contributi) poichè i requisiti di pensionamento li raggiungerebbe prima del 31 dicembre 2022 potendo, di conseguenza accedere (in base all’articolo 59, comma 9 della legge n. 449/1997, che così recita: “Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.”).

2) Deve presentare la domanda di pensione circa 6 mesi prima del compimento dei 67 anni di età per avere liquidazione dell’assegno pensionistico alla decorrenza della pensione, ovvero il primo giorno del mese successivo a quello in cui compie i 67 anni.

3) Il collocamento a riposo d’ufficio scatta obbligatoriamente per i dipendenti del pubblico impiego quando al compimento dei 65 anni il dipendente ha maturato il requisito contributivo necessario all’accesso alla pensione anticipata (per gli uomini 42 anni e 10 mesi di contributi).

Esiste però anche la possibilità del collocamento a riposo facoltativo. E’ previsto dall’articolo 1, comma 5 del DL numero 90 del 2014. Le pubbliche amministrazioni possono anticipare l’età della pensione dei propri dipendenti a patto che il trattamento pensionistico non subisca penalizzazioni per l’anticipo e a patto che il dipendente abbia compiuto almeno 62 anni. Nel suo caso, quindi, fino a che non compie i 62 anni il pericolo del collocamento a riposo d’ufficio non sussiste.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia