Quando e quanto verranno pagati i commissari del concorso docenti 2012?

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Protagonisti di un anno molto impegnativo dal punto di vista lavorativo, i commissari del concorso docenti, nelle regioni in cui le procedure si sono concluse entro il 31 agosto 2013, non hanno ancora ricevuto il compenso spettante.

red – Protagonisti di un anno molto impegnativo dal punto di vista lavorativo, i commissari del concorso docenti, nelle regioni in cui le procedure si sono concluse entro il 31 agosto 2013, non hanno ancora ricevuto il compenso spettante.

Non ci sono in questo senso segnali dal Mef sul pagamento, non sappiamo infatti se esso potrà avvenire in unica rata o scaglionato in più mensilità. Ricordiamo piuttosto le cifre "da capogiro" che i docenti coinvolti percepiranno.

La legge di stabilità ha previsto che "Al presidente e ai componenti delle commissioni esaminatrici dei concorsi indetti per il personale docente della scuola è corrisposto il compenso previsto per le commissioni esaminatrici dei concorsi a dirigente scolastico stabilito con decreto interministeriale ai sensi dell’articolo 10, comma 5, del decreto del Presidente della Repubblica 10 luglio 2008, n.140. I componenti delle commissioni giudicatrici non possono chiedere l’esonero dal servizio per il periodo di svolgimento del concorso"

Per il concorso dei Dirigenti Scolastici il D.I. 12 marzo 2012 ha stabilito questi compensi

Articolo 1

A ciascun componente delle commissioni esaminatrici dei concorsi indetti per il reclutamento dei dirigenti scolastici viene corrisposto un compenso base differenziato come segue:
1) € 251,00 – Presidente
2) € 209,24 – Componente.
Il compenso per i segretari delle Commissioni di cui all’art. 3, comma 2, è pari a quello previsto dal D.P.C.M. 23 marzo 1995 come ridotto ai sensi dell’art. 6, comma 3, del D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122.

Articolo 2
Salvo quanto disposto dall’art. 1, a ciascun componente le commissioni esaminatrici dei concorsi viene corrisposto un compenso integrativo pari a € 0,50 per ciascun elaborato o candidato esaminato.

Articolo 3
I compensi di cui agli articoli 1 e 2 non possono eccedere € 2.051,70.
I limiti massimi di cui al comma precedente sono aumentati del 20 per cento per i presidenti nonché ridotti della stessa percentuale per i segretari delle commissioni stesse.

Articolo 4
Nel caso di suddivisione delle commissioni esaminatrici in sottocommissioni, ai componenti di queste ultime compete il compenso base previsto dall’art. 1, ridotto del 50 per cento.

Articolo 5
Ai componenti che si dimettono dall’incarico o sono dichiarati decaduti per comportamenti illeciti loro attribuiti i compensi base sono dovuti in misura proporzionale al numero delle sedute di commissione cui hanno partecipato.

Articolo 6
Ai componenti dei comitati di vigilanza spetta un compenso di € 20,92 per ogni giorno di presenza nelle aule dove si svolgono le prove scritte o pratiche.

Inoltre " I componenti delle commissioni giudicatrici non possono chiedere l’esonero dal servizio per il periodo di svolgimento del concorso".

Compensi membri aggregati

Il decreto interministeriale 12 marzo 2012 prevede un compenso pari ad € 209,24 se la commissione è solo una, ridotto del 50% (situazione molto più comune in tutte le regioni/classi di concorso) 104,62 più € 0,50 per ogni candidato esaminato.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco