Quali vaccini in base all’età. La tabella del Ministero della Salute

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministero della Salute ha pubblicato lo schema sintetico degli obblighi vaccinali, in relazione all’anno di nascita.

Attivo dal 14 giugno il numero di pubblica utilità 1500 al quale risponderanno medici ed esperti del Ministero e dell’Istituto Superiore di Sanità per fornire ai cittadini informazioni e risposte in merito alle novità introdotte dal recente decreto legge in materia di vaccinazioni obbligatorie da zero a 16 anni.

Il decreto legge estende da 4 a 12 le vaccinazioni obbligatorie previste, includendo oltre alla vaccinazione anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica e anti-epatite B anche l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, l’anti-meningococcica B, l’anti-meningococcica C, l’anti-morbillo, l’anti-rosolia, l’anti-parotite e l’anti-varicella, in ragione della loro elevata contagiosità.

Tutte le 12 vaccinazioni sono gratuite, perché già inserite nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Le dodici vaccinazioni devono essere tutte obbligatoriamente somministrate ai nati dal 2017, mentre ai nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita

La tabella

 

Siamo in attesa delle modifiche che in Parlamento potranno essere apportate al decreto

Vaccini, modifiche al decreto: no intervento tribunale minori, riduzione multe e numero vaccinazioni obbligatorie

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione