Punti vaccinali fuori dalle scuole: l’iniziativa in Emilia Romagna. Castaldini (FI): “Così allontaniamo la DaD”

Stampa

Punti vaccinali fuori dalle scuole, la consigliera regionale Castaldini (FI): “Ho ottenuto un grande risultato: da settembre ci saranno presidi per vaccinare in prossimità delle scuole, per gli alunni e per le famiglie, tutelando la privacy e la libertà di scegliere. L’assessorato alla Salute ha accolto la mia proposta, uno strumento in più per allontanare la didattica a distanza all’interno delle scuole emiliano romagnole”.

Punti vaccinali fuori dalle scuole “non solo per gli alunni ma anche per le famiglie. Ogni scuola ogni giorno può avere un presidio predisposto in prossimità degli istituti per fare i vaccini, tutelando la privacy e la libertà di scegliere.  Se è vero che la medicina di prossimità è fondamentale, anche questa è una strada da percorrere per il bene scolastico delle nostre giovani generazioni“.

Io voglio uscire dalla pandemia e allo stesso tempo voglio entrare nella certezza che non avremo più bambini, ragazzi e ragazze in didattica a distanza. E questa proposta per me è un grande passo e un grande risultato, assieme ai tamponi per gli screening, sempre davanti alle scuole per cui mi sono battuta fino ad ottenerli“.

Ho sperato in questi mesi di dare per scontato due punti: la salute e il ritorno a scuola. Tutti parlano di uscire dalla pandemia e invece vorrei capire in quale periodo stiamo entrando e come abbiamo deciso di farlo, perché questo è il mio ruolo e di tutti quelli che siedono qui in Assemblea Legislativa. È il ruolo della politica. Bene entriamo, è il mio e il suo ruolo“, ha proseguito.

Dobbiamo garantire il 100% della didattica in presenza a settembre per i ragazzi. Su questo non possiamo avere tentennamenti. E abbiamo visto all’open day che i giovani in fila erano tanti. Bene, oggi il 76% dei ragazzi dai 12 ai 19 anni non è ancora vaccinato“. Perché? Cosa sta accadendo?

Ci vuole un’azione politica, e che ci sia una modalità nuova per concepire la prevenzione. Per questo ho proposto ed è stata accolta dalla maggioranza la mia idea di istituire punti itineranti di vaccinazione in prossimità degli istituti scolastici. E sentire dire dall’assessore alla Salute, Raffaele Donini, che è “d’accordo” non può che farmi piacere perché con Forza Italia ho portato nelle case delle famiglie emiliano romagnole un’altra possibilità per prevenire e sconfiggere questo maledetto virus“, conclude.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur