Punteggio di ruolo e di continuità: quanto incidono le assenze in un anno scolastico?

di Paolo Pizzo

item-thumbnail

Un docente di ruolo matura punteggio di servizio e la continuità. Quanto dev’essere il servizio minimo richiesto in un anno scolastico?

Fabio scrive

Buongiorno, Sono un docente di ruolo. Questo è il mio quarto anno in un IC. L’anno scorso ho presentato domanda di trasferimento con passaggio di ruolo al II grado ma la richiesta non è stata soddisfatta. Inoltre nel corso dell’anno scorso ho usufruito di due dei 3 gironi di ferie retribuiti. Vi scrivo perché mi è stato detto da colleghi che i permessi retribuiti (quelli di max 3gg) influiscono sul punteggio di continuità. E che influisce su tale punteggio anche l’aver presentato domanda di trasferimento (anche se tale richiesta non è poi stata soddisfatta). È vero? Grazie in anticipo 

 Valutazione anno di servizio e continuità

Le note allegate al CCNI sulla mobilità dispongono, per quanto riguarda l’anzianità di servizo, che il punteggio per i servizi di ruolo di cui alle lettere A (ruolo  e pre ruolo) e B del punto I della tabella di valutazione sarà attribuito per intero, a condizione che nel relativo anno scolastico l’interessato abbia prestato un servizio non inferiore a 180 giorni. In caso contrario l’anno non può essere valutato e, pertanto, non sarà attribuito alcun punteggio e;

nel caso della continuità, che in ogni caso non deve essere considerata interruzione della continuità del servizio nella scuola di titolarità la mancata prestazione del servizio per un periodo di durata complessiva inferiore a 6 mesi in ciascun anno scolastico

Ferie , permessi e malattie

La nota 1 e 5 del CCNI richiamato, a cui si rimanda, indicano quali sono alcune assenze che interrompono/non interrompono l’anzianità di servizio e la continuità, fermo restando ovviamente il limite dei 180 giorni/6 mesi di servizio.

Conclusioni

Le voci di corridoio o ciò che dicono i colleghi, in almeno il 90% dei casi è poi smontato dalla norma, come appunto in questo caso.

Intanto sul fatto che i giorni retribuiti non incidono affatto sulla maturazione del servizio (né tanto meno sulla continuità), ma poi perché soli 2 giorni di assenza in ogni caso non inciderebbero minimamente sui 180 gg./6 mesi di minimo servizio richiesto ai fini della valutazione dell’anzianità di servizio e della continuità.

Per il secondo quesito, invece, si ribadisce (come più volte abbiamo già detto) che il solo fatto di aver presentato domanda di trasferimento/passaggio non incide assolutamente su nulla compreso il punteggio di continuità.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads