Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Punteggio di ricongiungimento al coniuge nella graduatoria interna di istituto: determinante il comune di residenza. Condizioni necessarie

WhatsApp
Telegram

Per valutare il punteggio di ricongiungimento al coniuge nella graduatoria interna di istituto è indispensabile possedere i requisiti indicati nel CCNI sulla mobilità. Vediamo quali

Una lettrice ci scrive:

Sono una docente della scuola Secondaria di I Grado. Il mio quesito riguarda il punteggio per le graduatorie interne di Istituto, punteggio che può appunto determinare (in caso di perdente posto) la mobilità successiva. Vengo al dunque: Premesso che io e mio marito insegniamo nello stesso comune ma abbiamo la residenza in altra Regione. Quando io faccio domanda di trasferimento posso beneficiare dell’avvicinamento al nucleo familiare (marito) prendendo in considerazione la residenza del nucleo familiare stesso. Quando compilo la scheda per la graduatoria interna di Istituto non posso indicare che mio marito lavora nello stesso comune dove io insegno e quindi non mi si attribuisce alcun punteggio. Questo potrebbe determinare disparità con il collega che invece può sfruttare il punteggio e rimanere sulla cattedra interna. Se risultassi quindi perdente posto si utilizza il punteggio stabilito dalle graduatorie interne che non terrebbe conto dell’avvicinamento al coniuge (al luogo di lavoro)?

Il punteggio spettante nella graduatoria interna di istituto viene valutato sulla base della tabella di valutazione allegata al CCNI sulla mobilità, per la parte riguardante il trasferimento d’ufficio

Quale punteggio?

Nella valutazione del punteggio si seguono le voci indicate nelle seguenti tabelle:

Tabella A1 – Anzianità di servizio

Tabella A2 – Esigenze di famiglia

Tabella A3 – Titoli generali

Punteggio ricongiungimento al coniuge, requisiti necessari

Il punteggio per il ricongiungimento al coniuge rientra nelle esigenze di famiglia come stabilite nella Tabella A2.

Il diritto a tale punteggio viene esplicitato nella lettera A), come indicato di seguito:

A) per ricongiungimento al coniuge ovvero, nel caso di docenti senza coniuge o separati giudizialmente o consensualmente con atto omologato dal tribunale, per ricongiungimento ai genitori o ai figli……………………punti 6

Come chiariscono la nota 7) della succitata tabella, il punteggio di ricongiungimento spetta per le scuole del comune di residenza del familiare, che, quindi, deve coincidere con il comune di titolarità del docente.

Tale punteggio spetta anche nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non vi siano istituzioni scolastiche richiedibili (cioè che non comprendano l’insegnamento del richiedente) e lo stesso risulti viciniore alla sede di titolarità.

Conclusioni

Nella graduatoria interna di istituto, quindi, non si può valutare, come vorrebbe la nostra lettrice, il ricongiungimento al coniuge nel comune in cui esso lavora se questo non coincide con il comune di residenza. Nella valutazione del punteggio di ricongiungimento, infatti, si considera esclusivamente il comune di residenza del coniuge.

Il punteggio complessivo spettante nella graduatoria interna di istituto, sarà quello con il quale verrà trasferito d’ufficio il docente soprannumerario

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO