Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Graduatoria interna docenti, punteggio di continuità: come si calcola? Differenze entro e dopo il quinquennio

WhatsApp
Telegram

Graduatorie interne di istituto: tra qualche giorno i docenti saranno chiamati a dichiarare i titoli che danno punteggio. Il punteggio di continuità si valuta secondo i criteri stabiliti nel CCNI, per il quale al momento non sono previste modifiche per il 2024/25. Diverso calcolo nel quinquennio e oltre il quinquennio.

Cos’è il punteggio di continuità nella graduatoria interna di istituto

Una lettrice ci scrive:

Sono una docente a tempo indeterminato vorrei sapere quale punteggio deve essere attribuito al docente di ruolo che per 3 anni consecutivi ha insegnato sulla medesima istituzione scolastica e quale punteggio dopo 5 anni? Il cosiddetto punteggio “della continuità ” come si  valuta

Il punteggio di continuità spetta ai docenti assunti a tempo indeterminato per il servizio svolto continuativamente nella stessa scuola di titolarità, per la stessa classe di concorso e tipologia di posto

Quando si valuta

Per valutare il punteggio di continuità è indispensabile che il servizio continuativo nella scuola di titolarità sia prestato come docente titolare nella stessa classe di concorso e nella stessa tipologia di posto.

L’eventuale anno di servizio prestato in assegnazione provvisoria, anche se continuativamente rispetto agli anni scolastici come docente titolare nella scuola, non può, quindi, essere valutato e conteggiato nella continuità

Nello stesso modo gli anni di servizio prestati in altra cdc, per il docente che ha ottenuto il passaggio di cattedra nella stessa scuola, o su altra tipologia di posto, per il docente che ha ottenuto trasferimento da sostegno a materia o viceversa nella stessa scuola, non possono essere conteggiati per valutare la continuità

Come si valuta

Il punteggio spettante per la continuità, come esplicitato nella tabella di valutazione allegata al CCNI sulla mobilità, si valuta con 2 punti ogni anno entro il quinquennio e 3 punti per ogni anno successivo al quinto

Per la mobilità si valuta dopo aver maturato un triennio nella scuola di titolarità, mentre per la graduatoria interna di istituto si può valutare dopo aver maturato un solo anno

Quando si perde

Il punteggio di continuità una volta maturato può essere perso se il docente ottiene mobilità volontaria, quindi sia trasferimento che passaggio di ruolo e passaggio di cattedra e anche in seguito ad assegnazione provvisoria

Conclusioni

Il quesito posto dalla nostra lettrice evidenzia il dubbio sulle modalità di calcolo del punteggio, dubbio che riteniamo di aver chiarito con quanto precedentemente sottolineato.

Il docente che ha maturato 3 anni di continuità ha diritto a 6 punti (2 per ogni anno)

Oltre il quinto anno ha diritto a 10 punti (2 punti x 5 anni) ai quali si devono aggiungere 3 punti per ogni anno successivo al quinto

Se, per esempio, il docente ha maturato 6 anni di continuità il punteggio spettante è 10+3= 13 punti, se ha maturato 7 anni i punti sono 10+ 3 x 2= 16 punti, e così via

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso docenti 2024, ecco le date per lo scritto: 6 LIVE per superarlo. Prezzo sconto 59 euro. Guarda il calendario