Pulizia straordinaria istituti scolastici durante la pausa estiva, come organizzarla. Con modello Disposizione di servizio per i collaboratori

WhatsApp
Telegram

Con il presente contributo forniamo chiarimenti utili ai Direttori dei servizi generali e amministrativi per l’organizzazione dei carichi di lavoro relativi alle operazioni di pulizia straordinaria di locali, spazi, arredi e suppellettili da attribuire ai collaboratori scolastici in servizio durante i mesi estivi.

L’esecuzione estiva delle seguenti attività è giustificata da ovvie ragioni: non è possibile infatti svolgerle durante le attività didattiche in corso d’anno, perché le interferenze tra tali attività sarebbero lesive della efficace erogazione dei servizi scolastici.

Il mansionario dei collaboratori scolastici.

Specifichiamo anzitutto, ove ce ne fosse necessità, l’attività lavorativa dei collaboratori scolastici, per come stabilito dal mansionario previsto nella tabella A allegata al CCNL Comparto Scuola 2006-2009: “Esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico; di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti. Presta ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno  e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale”.

Le attività di pulizia ordinaria e straordinaria, ivi compresa l’igienizzazione degli arredi e dei beni mobili presenti nei locali scolastici, così come la pulizia delle pertinenze esterne dei locali, è di competenza esclusiva dei collaboratori scolastici.

Divieto di ricorso a ditte esterne.

Si ricorda che il servizio di pulizia di cui si parla qui non può essere esternalizzato, mediante affidamento a ditte esterne, sulla base del divieto previsto dall’art. 43 comma 3 del D. I. n.129 del 28 agosto 2018 “Regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche”: “È fatto divieto alle istituzioni scolastiche di acquistare servizi per lo svolgimento di attività che rientrano nelle ordinarie funzioni o mansioni proprie del personale in servizio nella scuola”.

Le competenze del DSGA.

Spetta al Direttore SGA l’organizzazione delle attività di pulizia dei collaboratori scolastici nel periodo estivo, sulla base dei poteri di organizzazione riconosciuti dalla Tabella A allegata al CCNL Scuola 2006-2009: “Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze. Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del dirigente scolastico. Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario”.

Il DSGA pertanto deve procedere all’organizzazione generale delle attività, sulla base delle direttive ricevute dal dirigente scolastico-datore di lavoro, mediante apposita disposizione di servizio scritta e notificata ai collaboratori scolastici, che indichi nel dettaglio i reparti di competenza di ciascuno e le attività da eseguire.

Spetterà altresì la verifica ex post dell’avvenuta corretta esecuzione di quanto disposto.

Considerazioni pratiche.

Fermo restando quanto sin qui esposto, si riportano di seguito alcune considerazioni di taglio pratico, per agevolare le attività dei DSGA, con la consapevolezza che ogni scuola presenta le proprie peculiarità organizzative, spesso differenti l’una dall’altra. Ecco alcuni consigli:

  • Eseguire una equa distribuzione dei carichi di lavoro tra il personale, che tenga conto nei limiti del possibile della gravosità del lavoro e del piano ferie di ciascuno. Si cerchi di evitare disparità di trattamento, che ove non adeguatamente giustificate, creerebbero malcontento nell’ambiente di lavoro;
  • Predisporre appositi registri delle pulizie, che i collaboratori scolastici dovranno debitamente compilare e firmare giornalmente, indicando le attività svolte;
  • Ricercare la collaborazione dei docenti incaricati di funzioni organizzative e/o comunque rientranti nello “staff dirigenziale” che possano supportare le operazioni di supervisione e direzione dei lavori (in particolar modo nelle istituzioni scolastiche articolate su più plessi);
  • Specificare in modo dettagliato come eseguire le attività di pulizia.

Come eseguire le attività di pulizia.

Si consiglia di dettagliare le operazioni da eseguire, pertanto si consiglia di specificare ad esempio:

  • Spazzamento aule, servizi igienici, spazi comuni (corridoi, scale, ingressi, locali di servizio, ecc.), incluse le parti di superficie occupate da arredi;
  • Spostamento di arredi, armadi, tavoli, per garantire l’accuratezza della pulizia. Lo spostamento dei carichi deve avvenire mediante l’uso di carrelli e comunque va eseguito da almeno 3 persone in collaborazione;
  • Pulizia e igienizzazione di giocattoli, armadi (parte interna ed esterna), zoccoletti, LIM, monitor, davanzali, etc;
  • Lavaggio con prodotti igienizzanti e disinfettanti delle predette aree;
  • Segnalazione al dsga o al RSPP di arredi difettosi, rotti o in cattivo stato di manutenzione, previa collocazione in luogo sicuro e togliendoli immediatamente dall’uso,
  • Segnalare l’utilizzo dei dispositivi di Protezione Individuale (scarpe antinfortunistiche, guanti, occhiali di protezione, grembiuli, etc).

In allegato un format completo di disposizione di servizio, a firma del DSGA, per l’esecuzione delle operazioni di pulizia estive.

Dispos. servizio_pulizia straordinaria

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur