Puglisi (PD) contro PresaDiretta “Affermare che si taglia quando si sta per realizzare il più grande piano di stabilizzazione mai realizzato è ingeneroso”

Stampa

La senatrice del Pd Francesca Puglisi, responsabile scuola, università e ricerca del Pd era già intervenuta su Tweeter ieri sera nel corso della trasmissione Presa Diretta dedicata alla scuola, e lo fa ancora oggi per difendere attraverso i numeri l'operato del Governo.

La senatrice del Pd Francesca Puglisi, responsabile scuola, università e ricerca del Pd era già intervenuta su Tweeter ieri sera nel corso della trasmissione Presa Diretta dedicata alla scuola, e lo fa ancora oggi per difendere attraverso i numeri l'operato del Governo.

"Ieri abbiamo assistito ad una 'insolita' puntata di PresaDiretta – afferma la Puglisi – in cui, narrando i disastri prodotti dal malgoverno del passato, si è voluta affermare la tesi che il Governo Renzi sta continuando a tagliare sulla scuola pubblica.

Basterebbe saper leggere la legge di stabilità per verificare che il miliardo destinato alla scuola nel 2015 riguarda solo i primi 4 mesi del prossimo anno scolastico e che dunque sono 3 i miliardi all'anno investiti nella scuola per le assunzioni, la formazione degli insegnanti, il nuovo piano per la scuola digitale."

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 179mila

"Affermare che si taglia quando si sta per realizzare il più grande piano di stabilizzazioni mai realizzato da una pubblica amministrazione sembra quanto meno ingeneroso. E 148.000 assunzioni verranno fatte non perché lo chiede una sentenza della Corte Europea (i posti vacanti su cui hanno lavorato stabilmente i precari non sono più di 19.000) ma per dare alle scuole gli insegnanti che servono per il tempo pieno, per il recupero scolastico, per rafforzare l'offerta formativa".

"Certamente – continua la parlamentare – servirà tempo per sanare il caos dei diritti contrapposti creato da riforme contradditorie che si sono succedute negli anni di cui fanno le spese i docenti precari. Ed è per questo che nella Buona Scuola si riforma tutto il percorso, dalla formazione iniziale al reclutamento che finalmente e già dal 2016 avverrà attraverso numeri programmati e concorsi banditi regolarmente ogni tre anni."

"Presa diretta": riforma sotto processo. La trasmissione integrale

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur