Puglisi, assumere da II fascia GI sarebbe stata un’ingiustizia, avremmo favorito quelli del Nord. Pittoni, affermazioni cozzano con buon senso

WhatsApp
Telegram

Non ha dubbi la Senatrice Puglisi, responsabile scuola del PD, circa le decisioni sulle assunzioni dei docenti prese in sede di riforma della scuola.

Non ha dubbi la Senatrice Puglisi, responsabile scuola del PD, circa le decisioni sulle assunzioni dei docenti prese in sede di riforma della scuola.

Uno dei temi caldi che ha infiammato i lavori durante l'approvazione della riforma della scuola ha riguardato le assunzioni ed il possibile coinvolgimento dei docenti iscritti nelle Graduatorie d'Istituto sui posti lasciati vacanti per mancanza di precari iscritti in GaE.

Nessun ripensamento da parte della Senatrice Puglisi, nonostante i numeri delle assunzioni dicano che molti posti liberi dopo saranno tanti, addirittura si potrebbe arrivare a 20mila catedre che si dovranno coprire con le supplenze.

"Se ci fossimo spostati – ha affermato la Puglisi a Repubblica – sulla seconda fascia avremmo commesso un'ingiustizia tra pari grado: i seconda fascia che avevano lavorato al Nod sarebbero stati, quelli rimasti al Sud e con poco punteggio fuori."

Sulla questione è intervenuto Mario Pittoni, responsabile scuole della Lega Nord: "Puglisi copre ingiustizia tra docenti di pari qualità. Le considerazioni della Puglisi a difesa dei nuovi criteri di reclutamento degli insegnanti, cozzano contro il buon senso. Per evitare l'ingiustizia tra pari grado, di cui parla la responsabile Istruzione del Pd, è stata perpetrata un'ingiustizia tra docenti di pari preparazione ed esperienza, che impedisce l'assunzione di insegnanti con le competenze necessarie. Altro che Buona scuola!" Conclude. 

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?