Puglia, Lopalco: “Chiusura delle scuole è per noi impopolare, ma le misure di contenimento vanno prese prima del disastro”

Stampa

“Non esiste una bacchetta magica o una ricetta che ci dice che una misura funziona e che funziona se la facciamo adesso. Purtroppo quando si gestisce una pandemia bisogna gestire il problema sanitario ma anche l’economia, l’educazione e  tutto ciò che riguarda il funzionamento della società, quindi quello  che è complicato non è solo prendere la decisione giusta ma anche  prenderla al momento giusto e qui entra in gioco anche la politica”. Così l’assessore alla Sanità della Regione Puglia Pier Luigi Lopalco ospite da Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai3.

“La chiusura delle scuole era per noi una misura impopolare perché le misure di contenimento vanno prese quando non si vede ancora il  disastro. Questo è il paradosso della prevenzione: il principio di  precauzione è difficile da far digerire anche in maniera politica” , afferma.

“Un po’ tutti si allineeranno alle misure che abbiamo preso noi sulla scuola. La scuola è un aggregatore sociale importantissimo. Intorno al mondo della scuola si muove ogni famiglia italiana – ha aggiunto – La  Puglia è una delle regioni meno colpite dalla seconda ondata ma abbiamo migliaia di ragazzi a casa in isolamento, perché si sono  contagiati oppure sono stati a contatto, e la burocrazia degli isolamenti ci blocca tutto il contact tracing”.

Stampa

Come fare educazione civica Digitale: dagli ambienti digitali alle fake news, dal Sexting alla netiquette. Corso con iscrizione e fruizione gratuite