Pubblica amministrazione, verso lo stop allo smart working: green pass per tutti i dipendenti

Stampa

Volge al termine l’era dello Smart working negli uffici della pubblica amministrazione. A stabilire spazio e modalità del nuovo lavoro agile, spiega il Sole 24 Ore, sarebbero i dirigenti degli uffici, in base alle esigenze organizzative di ogni realtà della pubblica amministrazione.

Il governo è al lavoro sulle nuove regole, per volontà anche del ministro per la Pubblica amministrazione Renato Brunetta, da sempre favorevole al ritorno in presenza. Il superamento della normativa emergenziale era già stato avviato a fine aprile con il decreto proroghe che aveva cancellato le percentuali minime di smart working (prima 50% e poi 60%) da assicurare ai dipendenti.

Resta cruciale il tema del green pass: l’idea è di imporre il certificato ai dipendenti pubblici in presenza, così come accade nella scuola. In contemporanea andrebbero definiti controlli e sanzioni. L’obiettivo resta quello di dire addio allo smart working dopo un anno e mezzo tra pandemia e lockdown.

Green pass 1 settembre, da oggi scatta obbligo per scuola, treni e aerei: a chi spetta, come ottenerlo, quanto dura, le sanzioni

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione