PSI: urge un rapido programma di stabilizzazione dei docenti precari

WhatsApp
Telegram

PSI scuola, ricerca e università – “Sul piano didattico e sulle politiche di inclusione la scuola statale italiana ha una storia di eccellenza a livello europeo. Non è possibile risparmiare ma è necessario investire. È necessario mantenere l’unitarietà nazionale dei sistemi di istruzione, ridurre le differenze tra le aree del Paese. È necessario riconoscere con i fatti la strategicità del sistema scolastico pubblico”.

Queste le parole del Segretario Maraio presente ieri alla manifestazione dei precari tenutasi ieri a Roma e organizzata dall’Anief e dal “Coordinamento Modifichiamo il Concorso Straordinario Bis”.

“Il ridimensionamento della piaga del precariato – ha concluso il Segretario del PSI – è la vera priorità per chi vuole rendere più efficace la scuola pubblica italiana. E’ necessario un rapido programma di stabilizzazione dei docenti precari che insegnano da anni nella scuola statale e il potenziamento della figura dell’insegnante di sostegno prevedendo TFA con valore abilitante e rendendo la classe di concorso esclusiva”.

Il PSI, insieme a PD, Art.1 e Demos, si presenta alle prossime elezioni con la lista “Italia Democratica e Progressista”. Lista che nel programma prevede alcune specifiche proposte socialiste legate all’adeguamento del salario del personale scolastico, alla riduzione del precariato, all’impegno a creare luoghi di studio sicuri ed efficaci, al “NO” alla regionalizzazione dell’Istruzione pubblica.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dsga: il DECRETO è finalmente in Gazzetta Ufficiale. Preparati con il percorso formativo modulato dai nostri esperti