PSI: soddisfazione per le immissioni, la scuola torna al centro

WhatsApp
Telegram

Il PSI esprime soddisfazione per l’assunzione a tempo indeterminato, entro questa estate e con decorrenza dal 1° settembre, di 52000 docenti.

Per quanto ciò non sia sufficiente a portare la normalità nel mondo della scuola statale vessato da decenni di riforme incoerenti, si tratta certamente di un importante segnale di interesse da parte del Ministero e dell’attuale Governo.

Finalmente molte cattedre, sinora coperte ogni anno da uno o più supplenti, verranno assegnate ai propri titolari. Oltre a garantire maggior continuità all’insegnamento, tali assunzioni potranno sanare l’annosa e dannosa questione del precariato.

Il prossimo passo è auspicabile sia il rinnovo contrattuale con un sostanziale adeguamento degli stipendi di docenti, personale non docente e Dirigenti che ogni giorno si occupano, a diverso titolo, della formazione dei nostri giovani.
Il PSI ha da sempre posto la massima attenzione alla scuola come strumento principale di pari opportunità per i cittadini. Noi socialisti continueremo quindi a sostenere ogni iniziativa politica che, come le assunzioni comunicate oggi, sia volta a migliorarne l’efficacia.

Luca Fantò
Referente nazionale PSI scuola

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao