PSI: bene interventi illustrati da Ministra, ora Piattaforma unica per DaD e stabilizzazione precari

di redazione

item-thumbnail

Comunicato – Il PSI scuola, università e ricerca esprime soddisfazione per l’intervento della Ministra Azzolina oggi al Senato.

Noi socialisti non possiamo non accogliere con favore gli interventi avviati dal Ministro dell’Istruzione a favore degli alunni in difficoltà. Apprezzabile il richiamo agli articoli della nostra Costituzione.

La scuola pubblica italiana operava e opera per dare pari opportunità a tutti i giovani, anche e soprattutto in questi giorni di crisi sanitaria, economica e sociale. Gli articoli 3, 33 e 34 della nostra Costituzione guidano l’azione
del Governo. Le risorse destinate dal Decreto “Cura Italia” sono necessarie, fondamentali per combattere i danni determinati dal coronavirus. Risorse da impegnare immediatamente, risorse da incrementare con i
prossimi provvedimenti.

La scuola è in trincea per combattere il coronavirus, una battaglia finalizzata a contenere i disagi sociali che tale emergenza sanitaria ha determinato, dando agli studenti e alle loro famiglie una continuità didattica necessaria. Il PSI era certo che i docenti e tutto il personale scolastico avrebbero saputo reagire all’emergenza. Così è avvenuto e sta avvenendo.

Il PSI esprime soddisfazione anche per la consapevolezza espressa da molti Senatori della necessità di stabilizzare prima dell’avvio dell’a.s. 2020/2021 i precari della scuola pubblica e della necessità di approntare una piattaforma unica nazionale per la didattica a distanza, proposta socialista fatta dai primi giorni di coronavirus.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione