Prove scritte degli Esami di Stato Secondaria I grado, vuoi fornire un vademecum per le famiglie? Una breve sintesi utile

WhatsApp
Telegram

L’articolo 8 del decreto legislativo n. 62 del 2017 e l’articolo 6 del decreto ministeriale n.741/2017 definiscono le prove dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione. L’esame è costituito da tre prove scritte ed un colloquio. Le prove scritte relative all’esame di Stato sono: prova scritta di italiano o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento; prova scritta relativa alle competenze logico-matematiche; prova scritta, articolata in due sezioni, una per ciascuna delle lingue straniere studiate. Le tracce delle prove sono predisposte dalla Commissione in sede di riunione preliminare sulla base delle proposte dei docenti delle discipline coinvolte.

Prove d’esame – prova scritta – italiano

La prova scritta di italiano (DM 741/2017, articolo 7) – si legge sul vademecum elaborato dal collegio dell’Istituto comprensivo “Casali del Manco 2” diretto, con grande competenza dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Agatina Giudiceandrea – è finalizzata ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale, il corretto ed appropriato uso della lingua e la coerente e organica esposizione del pensiero da parte dei candidati.

La prova scritta di Italiano è finalizzata ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale, il corretto ed appropriato uso della lingua e la coerente e organica esposizione del pensiero da parte dei candidati.

Le tracce d’esame della prova d’Italiano

La Commissione, secondo quanto leggiamo nel suddetto DM, predispone tre terne di tracce con particolare riferimento alle seguenti tipologie testuali:

  1. Testo narrativo o descrittivo coerente con la situazione, l’argomento, lo scopo e il destinatario indicati nella traccia;
  2. Testo argomentativo, che consenta l’esposizione di riflessioni personali, per il quale devono essere fornite indicazioni di svolgimento;
  3. Comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico anche attraverso richieste di riformulazione.

Si evidenzia che: la predisposizione delle tracce va effettuata in coerenza con il profilo dello studente e i traguardi di sviluppo delle competenze delle Indicazioni Nazionali; Il giorno della prova la Commissione sorteggia la terna di tracce da proporre ai candidati, ciascuno dei quali svolge la prova scegliendo una delle tre tracce sorteggiate.

Prove d’esame – prova scritta – matematica

La prova scritta relativa alle competenze logico-matematiche, come disciplinata dall’articolo 8 del DM 741/2017 è intesa ad accertare la capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze, delle abilità e delle competenze acquisite dai candidati, tenendo a riferimento le aree previste dalle Indicazioni nazionali per il curricolo (numeri; spazio e figure; relazioni e funzioni; dati e previsioni).

Le tracce d’esame della prova di matematica

La commissione – prevede il vademecum elaborato dal collegio dell’Istituto comprensivo “Casali del Manco 2” diretto dal Dirigente Scolastico Dott.ssa Agatina Giudiceandrea – predispone almeno tre tracce, ciascuna riferita alle due seguenti tipologie: Problemi articolati su una o più richieste; Quesiti a risposta aperta. Nella predisposizione delle tracce si può fare riferimento anche ai metodi di analisi, organizzazione e rappresentazione dei dati, caratteristici del pensiero computazionale. Nel caso siano proposti più problemi o quesiti, le relative soluzioni non devono essere dipendenti l’una dall’altra, in modo da evitare che la loro progressione pregiudichi l’esecuzione della prova medesima. In ogni caso, le soluzioni dei problemi e dei quesiti non devono essere dipendenti le une dalle altre, per evitare che la loro progressione pregiudichi l’esecuzione della prova stessa. Il giorno della prova la Commissione sorteggia la traccia che viene proposta ai candidati.

Prove d’esame, prova scritta lingue straniere e casistica di DSA

La Prova scritta di lingue straniere (DM 741/2017, articolo 9) è articolata in due sezioni distinte, rispettivamente, per l’inglese e per la seconda lingua comunitaria e accerta le competenze di comprensione e produzione scritta riconducibili ai livelli del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa (A2 per inglese, A1 per la seconda lingua comunitaria). Le tracce, che possono essere anche tra loro combinate, si riferiscono a: Questionario di comprensione di un testo; Completamento, riscrittura o trasformazione di un testo; Elaborazione di un dialogo; Lettera o e-mail personale; Sintesi di un testo. La Prova scritta, relativa alle competenze di lingua straniera, articolata in una sezione per ciascuna delle lingue straniere studiate, avente una durata massima di 4 h. È un’unica prova distinta in due sezioni. Secondo quanto deciso dal Collegio Docenti dell’11.05.2023 (Delibera n. 6), la prova per la lingua inglese avrà una durata di 1h. e 30 m. e la prova per la lingua francese avrà una durata di 1h. e 30 m. È prevista una pausa di 30 minuti tra una prova e l’altra. Si ribadisce che per gli alunni con certificazione DSA, verrà concesso del tempo supplementare di circa 15 minuti per ogni prova. Il voto deve essere unico e non deriva da una media.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024, ecco le date per lo scritto: 6 LIVE per superarlo. Prezzo sconto 59 euro. Guarda il calendario