Prove orientativo-attitudinali per l’ammissione all’indirizzo musicale: in allegato il questionario per i genitori del candidato

WhatsApp
Telegram

Eccellente scelta quella operata da alcuni istituti scolastici, con scuole secondarie di I grado con percorsi a Indirizzo Musicale (anche in fase di richiesta ai sensi del Decreto Ministeriale 176/2022) di predisporre, in fase precedente alle prove orientativo-attitudinali per l’ammissione, di predisporre un questionario per i genitori del candidato e per il candidato stesso. Documento che, come vedrete, assume importanza rilevanza ai fini della gestione di eccellenti rapporti tra le famiglie, gli alunni e le scuole. Non dimenticandoci mai che “i percorsi a indirizzo musicale concorrono alla più consapevole acquisizione del linguaggio musicale da parte dell’alunna e dell’alunno integrando gli aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali, fornendo, altresì, occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in situazione di svantaggio. Nei percorsi a indirizzo musicale l’insegnamento dello strumento costituisce parte integrante dell’orario annuale personalizzato dell’alunna e dell’ alunno che si avvale di detto insegnamento e concorre alla determinazione della validità dell’anno scolastico” (art.1 – DM 176)”. Scelta come quella che ha fatto, ed è per questo che la segnaliamo come eccellente prassi, l’Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “A. G. Roncalli” di Burgio (AG), prevedendo e distribuendo il questionario che alleghiamo all’articolo come eccellente esempio di “ottima pratica”.

Gli orientamenti formativi alla base prove orientativo-attitudinali per l’ammissione all’indirizzo musicale

È utile ricordare, prima delle prove orientativo-attitudinali per l’ammissione all’indirizzo musicale, come è sottolineato nel ben strutturato regolamento dell’ Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “A. G. Roncalli” di Burgio (AG), guidato con grande abilità manageriale e competenza dal Dirigente scolastico prof. Vito Ferrantelli, che nello spirito educativo e formativo della scuola dell’obbligo e nella valorizzazione dell’esperienza musicale quale dimensione globale propria dell’allievo, il percorso ad Indirizzo Musicale si propone di perseguire i seguenti orientamenti formativi:

  • promuovere la formazione globale dell’alunno offrendo, attraverso l’esperienza musicale resa più completa dallo studio dello strumento, occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa;
  • offrire all’alunno, attraverso l’acquisizione di specifiche competenze musicali, ulteriori occasioni di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità;
  • fornire ulteriori occasioni di integrazione e di crescita per gli alunni;
  • avviare gli alunni a sostenere una esibizione pubblica, gestendo la propria emotività;
  • offrire agli studenti una maggiore coscienza di sé e del modo di rapportarsi al sociale e all’interno di un gruppo.

Convocazione per la prova orientativo-attitudinale

Per verificare l’effettiva attitudine allo studio di uno strumento, l’allievo .- si legge nel Regolamento – già citato, dell’ Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “A. G. Roncalli” di Burgio (AG) brillantemente diretto dal Dirigente scolastico prof. Vito Ferrantelli – affronterà̀ una prova orientativo-attitudinale, davanti alla commissione, presieduta dal dirigente scolastico o da un suo delegato, da almeno un docente per ognuna delle specialità strumentali previste e da un docente di musica. La data della prova sarà comunicata agli esaminandi direttamente dalle loro scuole, o in casi particolari con comunicazione diretta dal nostro Istituto. Eventuali alunni assenti dovranno recuperare la prova in un secondo appello, di cui sarà data direttamente comunicazione dal nostro Istituto.

Articolazione della prova orientativo – attitudinale

La prova mira ad individuare le attitudini musicali dei singoli alunni, e le caratteristiche fisiche in relazione allo/agli strumento/i prescelto/i. La prova consiste in un test diviso in cinque prove ed un colloquio. Ogni candidato totalizzerà un punteggio massimo di 100 punti suddiviso in:

  • Prova ritmica
  • Prova di coordinazione
  • Prova di discriminazione delle altezze
  • Prova di memoria e riproduzione melodica
  • Prova di intonazione.

Test attitudinale

Il test attitudinale proposto dall’Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “A. G. Roncalli” di Burgio (AG), si ispira all’opera dell’inglese Arnold Bentley (una delle maggiori autorità internazionali nel campo della valutazione della musicalità) e si attiene alle indicazioni generali contenute nel D.M. n° 176 del 1° luglio 2022. Il test valuta:

  • ritmo
  • coordinazione
  • memoria e riproduzione melodica
  • intonazione
  • orecchio
  • attitudini musicali.

Non è indispensabile avere una conoscenza musicale specifica ed avere dei prerequisiti (non si deve saper già suonare uno strumento).

Il test e un esempio di parcellizzazione del punteggio

Il test dell’Istituto Comprensivo Statale ad Indirizzo Musicale “A. G. Roncalli” di Burgio (AG), consiste in cinque prove e un colloquio. Ogni candidato totalizzerà un punteggio massimo di cento punti così suddiviso:

I. Prova ritmica: totale punti 25

  • Riproduzione con il battito delle mani di 5 ritmi di difficoltà crescente proposti dal docente. Ogni ritmo riprodotto correttamente corrisponde a 3 punti. (totale 15 punti)
  • Riproduzione dei ritmi eseguiti correttamente su una pulsazione data prima più lenta e poi più veloce. (totale 10 punti)

Prova di coordinazione: totale punti 20

  • Il candidato dovrà seguire una griglia battendo sul banco, alternativamente o simultaneamente, con la mano destra e sinistra; il tutto, possibilmente, mantenendo una pulsazione ritmica regolare. Ad ogni errore verranno decurtati 2 punti.

Prova di discriminazione delle altezze: totale 15 punti

  • Saper individuare l’altezza relativa (più alta o più bassa) delle due note proposte al pianoforte ad intervalli con estensione decrescente. 5 intervalli proposti: ogni risposta esatta 3 punti.

Prova di memoria e riproduzione melodica: totale 20 punti

  • Saper cantare 5 note proposte al pianoforte: ogni nota correttamente intonata 2 punti (tot. 10 punti) 2.
  • Riproduzione con la voce di 5 incisi melodici di lunghezza crescente suonati al pianoforte dal docente. Ogni inciso corretto 2 punti (totale 10 punti)

Prova di intonazione: totale 10 punti

  • Riproduzione con la voce di una melodia conosciuta e proposta dal candidato (totale 10 punti)

Colloquio: totale 10 punti

  • Tale colloquio è necessario per verificare la predisposizione allo strumento, le motivazioni e le eventuali precedenti esperienze musicali.

Questionario-genitori prove attitudinali indirizzo musicale

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur