Prove Invalsi, studenti che boicottano non andranno in gita

WhatsApp
Telegram

Questa la decisione del Liceo Vico di Napoli per arginare il fenomeno del boicottaggio delle prove Invalsi.

Studenti pronti a protestare contro le prove Invalsi, ieri l’appoggio da parte di Cobas e Unicobas, ma le scuole prendono contromisure.

C’è chi farà recuperare le prove nei giorni successivi e chi, invece, promette “punizioni” per i boicottatori.

E’ il caso del Liceo Vico di Napoli che con una “informativa” sulle prove Invalsi a firma della dirigenza, si auspica la collaborazione da parte degli studenti e delle famiglie “affinché la mancata partecipazione alle rilevazioni nazionali non diventi una costante negativa, in grado di inficiare – si legge nell’informativa – tutti gli sforzi compiuti finora per tenere alto il prestigio del nostro storico liceo.”

Infine, la dirigenza ricorda che “il  Collegio Docenti dell’11 aprile 2017 ha deliberato che gli alunni che si sottrarranno alle prove del prossimo 9 maggio non potranno partecipare ai viaggi in Italia e all’estero negli anni a venire.”

Per evitare la punizione, gli studenti dovranno “certificare con documentazione scritta la motivazione dell’assenza.”

Ecco l’informativa della dirigente

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito