Prove Invalsi. Sospensione docenti Nuoro, M5S: accertare fatti e operato dirigente scolastico. Interrogazione parlamentare

Stampa

M5S – “Se non si tratta di una clamorosa svista, allora bisogna fare immediatamente chiarezza rispetto alla sospensione per sei giorni assegnata a tre insegnanti dell’istituto tecnico agrario Brau, di Nuoro, ‘rei’ di non  aver voluto addestrare i loro studenti ai test dell’Invalsi. Per questa ragione presenteremo un’interrogazione, a prima firma Gianluca Vacca, al ministro dell’Istruzione chiedendo di accertare i fatti avvenuti, verificare la legittimità della sospensione e valutare l'operato del dirigente autore della sospensione”. 

M5S – “Se non si tratta di una clamorosa svista, allora bisogna fare immediatamente chiarezza rispetto alla sospensione per sei giorni assegnata a tre insegnanti dell’istituto tecnico agrario Brau, di Nuoro, ‘rei’ di non  aver voluto addestrare i loro studenti ai test dell’Invalsi. Per questa ragione presenteremo un’interrogazione, a prima firma Gianluca Vacca, al ministro dell’Istruzione chiedendo di accertare i fatti avvenuti, verificare la legittimità della sospensione e valutare l'operato del dirigente autore della sospensione”. 

Lo affermano i deputati M5S in commissione Cultura.

“Questa vicenda deve essere chiarita anche per evitare che possano verificarsi nuovi casi, soprattutto alla luce del fatto che è lo stesso Invalsi ad affermare che non bisogna fare simulazioni di test. Da qui un provvedimento, quello adottato dal dirigente, attraverso il quale sembra sia stata indebitamente invasa la sfera di competenza dei docenti e la loro libertà d'insegnamento. A questo elemento se ne aggiunge uno ulteriore: è didatticamente  sbagliato preparare meccanicamente ai test, come comunicato più volte dallo stesso Invalsi e, dunque, quella sospensione appare del tutto ingiustificata”.

ROMA, 11 maggio 2016

Area Comunicazione M5S Camera 

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!