Prove Invalsi, Rusconi (ANP): “Si riflettono le cose non fatte negli scorsi anni”

WhatsApp
Telegram

“I risultati Invalsi appena comunicati impongono una riflessione attenta e accurata sul sistema scolastico italiano, poiché le scelte fatte e quelle non fatte dalla politica sui diversi temi della scuola diventano conseguenze negative per le nostre future generazioni. Oggi la fotografia rilasciata da questi risultati mette proprio in risalto come nel nostro paese si investe ancora troppo poco nella formazione e nella scuola”.

È quanto dichiara Mario Rusconi, presidente Anp-Roma all’Adnkronos.

”I dati che leggiamo – aggiunge – allo stesso tempo descrivono sia la situazione nei diversi gradi di istruzione degli studenti italiani nelle discipline di Italiano, Matematica e Inglese, sia denunciano la poca attenzione/interesse che la politica ha nei confronti della scuola del nostro paese. Infatti se le conseguenze sono legate in minima parte alla DaD e al Covid-19 in maniera importante, invece, riflettono le cose non fatte e che da anni come presidi chiediamo. Gli strumenti della Didattica Digitale Integrata ci hanno permesso, durante i vari periodi di lockdown, il contatto giornaliero con gli studenti. Oggi – evidenzia Rusconi – quegli stessi strumenti non bastano più”.

“Ad esempio – ribadisce il leader dei Presidi di Roma – l’edilizia scolastica, che per oltre l’80% risale agli anni settanta, è inadeguata per cui se, come suggerisce il CTS, occorrerà mantenere il distanziamento riapriremo le scuole a settembre ma senza poter accogliere ogni giorno tutti gli studenti per mancanza di spazi
 adeguati”.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito