Prove Invalsi media computer based, elenco elettronico studenti: occhio alle date, importanti adempimenti. Quali sono

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Con la pubblicazione del documento relativo alle indicazioni operative per la verifica dell’elenco elettronico degli studenti che dovranno sostenere l’esame di Stato a conclusione del primo ciclo di istruzione, studenti iscritti e frequentanti la classe terza della scuola secondaria I grado, che saranno chiamati a sostenere le prove nazionali, l’Invalsi fornisce alle scuole importanti indicazioni che devono essere rispettate nei termini stabiliti nel documento stesso.

Lo svolgimento delle prove Invalsi rappresenta, per gli studenti frequentanti la classe terza della scuola secondaria I grado, un requisito indispensabile per l’ammissione all’esame, come stabilito nell’art.7 comma 4 del Decreto Legislativo n.62/2017, requisito ribadito nell’art.2 comma 1 del DM n.741/2017, dove alla lettera c) si sottolinea, infatti, tra i requisiti indispensabili, quello di “aver partecipato alle prove nazionali di italiano, matematica e inglese predisposte dall’Invalsi”.

Come chiarito in precedenti articoli pubblicati dalla nostra redazione, nel corrente anno scolastico, in sintonia con quanto stabilito dalla normativa vigente, le prove Invalsi saranno computer based (CBT) e si svolgeranno nel mese di aprile 2018, all’interno del periodo di somministrazione fissato a livello nazionale, dal 4 aprile al 21 aprile. All’interno di tale periodo, l’Invalsi propone ad ogni istituzione scolastica una finestra di somministrazione di durata variabile in funzione del numero di studenti delle classi terze e del numero di computer collegati alla rete internet, dichiarati dalla segreteria scolastica al momento delle iscrizioni alle prove.

Per le classi campione lo svolgimento delle prove avverrà in un giorno preciso indicato dall’INVALSI compreso tra il 9 aprile e il 12 aprile 2018.

Per garantire l’ottimale svolgimento delle prove per tutti gli studenti coinvolti, è indispensabile che le scuole effettuino rigorosi controlli per verificare la corretta compilazione dell’elenco elettronico degli studenti.

Nello specifico l’Invalsi sottolinea che il Dirigente scolastico deve assicurarsi che tutti gli allievi iscritti nelle classi III secondarie di primo grado siano iscritti nel sistema SIDI del MIUR con l’aggiornamento delle frequenze per l’a.s. 2017/2018. La mancata inclusione in questi sistemi preclude la possibilità di partecipare alle prove Invalsi e quindi di acquisire uno dei requisiti di ammissione all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione.

CONTROLLO DELL’ELENCO STUDENTI

Il controllo dell’elenco elettronico degli studenti può essere effettuato, nell’area riservata al Dirigente scolastico, a decorrere dal 19 febbraio 2018, data nella quale sarà disponibile, per ogni classe terza della secondaria I grado, l’elenco degli studenti inseriti nel sistema SIDI del MIUR.

AGGIORNAMENTO DEI DATI

Nel caso in cui all’interno dell’elenco si dovesse riscontrare l’assenza di uno o più studenti o l’inesattezza dei dati riportati per ciascuno di loro (nome, cognome, genere, data di nascita), la scuola è tenuta ad aggiornare tempestivamente i dati nel sistema SIDI entro il 26 febbraio 2018.

L’ elenco aggiornato sarà reso disponibile dall’Invalsi dal giorno 1 marzo 2018

INFORMAZIONI ALUNNI DISABILI E DSA

Le informazioni relative agli alunni disabili certificati e agli alunni DSA certificati dovranno essere fornite dalle scuole, ai sensi dell’art.11 del Decreto Legislativo n.62/2017, a decorrere dalla data del 1 marzo 2018

Per ogni alunno disabile, in base a quanto stabilito dal PEI, devono essere fornite le seguenti informazioni:

a) non svolge la prova INVALSI di Italiano

b) non svolge la prova INVALSI di Matematica

c) non svolge la prova INVALSI di Inglese (lettura)

d) non svolge la prova INVALSI di Inglese (ascolto)

e) tempo aggiuntivo (per una o più prove)

f) donatore di voce3 per la prova di Italiano, Matematica, Inglese (lettura)

g) strumenti compensativi (dizionario d’Italiano e calcolatrice personale)

h) prova in formato Braille (Italiano, Matematica e Inglese)

i) prova in formato .pdf adattata per allievi sordi

Per ogni alunno DSA certificato, in base a quanto stabilito nel PDP, devono essere fornite le seguenti informazioni:

a) non svolge la prova INVALSI di Inglese (lettura)

b) non svolge la prova INVALSI di Inglese (ascolto)

c) tempo aggiuntivo (per una o più prove)

d) donatore di voce3 per la prova di Italiano, Matematica, Inglese (lettura)

e) strumenti compensativi (dizionario d’Italiano e calcolatrice personale)

Le informazioni relative agli alunni disabili e agli alunni DSA devono essere fornite obbligatoriamente nel periodo compreso tra il giorno 1 marzo 2018 e il 9 marzo 2018

CONFERMA DEI DATI

Tutte le informazioni fornite all’Invalsi (elenco studenti e loro generalità, misure compensative e dispensative per alunni disabili e DSA), devono essere confermate dal Dirigente scolastico entro e non oltre il 9 marzo 2018

PROCEDURA DEFINITIVA

Sottolineando l’importanza di questa procedura che risulta definitiva, l’Invalsi precisa che in seguito alla conferma delle informazioni non è più possibile apportare alcuna variazione all’elenco studenti elettronico, con la sola eccezione, debitamente comprovata, per allievi che si inseriscono nel sistema scolastico italiano, statale o paritario, dopo l’invio delle predette informazioni e per gli allievi che conseguono una certificazione di disabilità o DSA dopo il 9 marzo 2018. Le modifiche ammesse solo nei due casi predetti verranno effettuate dall’Invalsi in seguito a comunicazione formale del Dirigente scolastico inviata all’indirizzo [email protected], corredata della documentazione attestante l’iscrizione o il rilascio della certificazione di disabilità o DSA dopo la conclusione delle operazioni.

CONCLUSIONI

Le scuole inadempienti potrebbero, quindi, precludere agli studenti la possibilità di svolgere regolarmente le prove Invalsi, situazione che impedirebbe loro la possibilità di ammissione all’esame con tutte le conseguenze del caso.

Ribadiamo, quindi, la necessità di prestare molta attenzione alle date fornite dall’Invalsi

Le guide sulla prova Invalsi

Le news sulla prova Invalsi

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione