Prove Invalsi, Floridia “punge” Sasso: “Meno proclami sui social, tempo per attività concrete”

Stampa

“Sono pienamente d’accordo con il collega Rossano Sasso quando dice che il blocco della didattica in presenza abbia penalizzato le fasce più deboli della comunità studentesca e che sia necessario per il prossimo anno garantire la didattica in presenza”.

Così la sottosegretaria all’istruzione Barbara Floridia, senatrice M5S.

Poi aggiunge: “Per questo ho lavorato sin da subito, in coordinamento con il ministro Bianchi e con il sostegno del gruppo parlamentare M5S per reperire finanziamenti, aule, modalità progettuali alternative e soluzioni concrete capaci di portare la scuola italiana fuori dalla crisi dovuta alla pandemia e guardare al futuro. Anche sul fronte della dispersione scolastica stiamo lavorando moltissimo, e il piano ‘RiGenerazione Scuola’ con i suoi obiettivi legati alla socialità, ai nuovi apprendimenti e dei servizi collaterali come le mense scolastiche, è lì a dimostrarlo. I dati Invalsi ci confermano che ovviamente necessario fare molto di più, ma pur in un contesto così complesso abbiamo lavorato a testa bassa su tantissimi fronti. Altri possono dire altrettanto? Più che “alzare la voce”, consiglio al collega Sasso, che peraltro ha deleghe importanti su cui sarebbe opportuno capire cosa è stato sin qui fatto, di dedicare maggior tempo alle attività concrete al servizio della scuola italiana piuttosto che ai proclami sui social, utili forse a mascherare un immobilismo che il mondo della scuola in questo momento non può davvero permettersi”.

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti