Prove Invalsi, Fioramonti: devono diventare più leggere e moderne

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Prove Invalsi. Anche su questo punto il neoministro Lorenzo Fioramonti ha espresso il proprio pensiero. Da rivedere nella struttura, per adeguarla a nuove esigenze.

Invalsi, qualcosa non va

Le parole del Ministro, pur essendo legate ad un semplice passaggio nel corso di una intervista e dunque in ogni caso da esaminare in maniera più approfondita, hanno comunque colto un sentire comune, ossia che le prove – così come realizzate finora – lasciano perplessi gli addetti ai lavori.

Naturalmente è presto per dire quale sarà la direzione verso la quale vuole puntare il Ministro, se la sua idea sarà realizzabile, se ciò potrà avvenire in tempi celeri.

I risultati delle ultime prove sono stati per certi versi deludenti.

A livello nazionale, gli allievi dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado che raggiungono risultati molto bassi in Italiano sono circa il 13% del totale, ma questa quota supera il 20% in Campania, Basilicata e Sicilia, per arrivare al 25% in Calabria

Matematica ancora incubo per i bambini delle scuole primarie al sud.

Lo stesso ex Ministro Bussetti aveva parlato di “innegabili segnali di preoccupazione”

Le date delle prove Invalsi 2020

Le prove Invalsi si svolgeranno da marzo 2020 secondo un calendario già definito.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione