Prove INVALSI di Italiano per le classi quinte della Primaria: disposizioni e modello Circolare

Stampa

Continuiamo la trattazione delle tipologie di prove che la prossima settimana, e la successiva, interesseranno la scuola Primaria e, nello specifico, le classi II e V. Abbiamo già affrontato il caso della lingua inglese per la classe quinta e dell’italiano per la classe seconda. Cosa dovrà fare il dirigente scolastico? e i docenti?

Prima della somministrazione della prova d’Italiano nei giorni precedenti alla somministrazione il Dirigente scolastico ha il compito di individuare, tra i docenti della classe o di un’altra classe e preferibilmente di una materia differente, il Docente somministratore della prova d’Italiano; in presenza di una classe campione comunica all’Osservatore esterno l’organizzazione della giornata di somministrazione. Ma come sarà organizzata la giornata della prova? Non deve essere lasciato nulla al caso ed ecco perché vi proponiamo non solo la scansione della giornata ma anche del giorno successivo, ovvero quello relativo alla correzione della prova.

L’organizzazione della giornata di somministrazione

Anche in questo caso le attività preliminari iniziano nella fascia compresa tra le 7.45 e le 9.00 del mattino del 6 maggio 2021.

In questa fascia oraria il Dirigente scolastico (o un suo delegato) si assicura che nell’area riservata alla segreteria sia disponibile il download dei seguenti materiali:

  • (se richiesto) sia scaricato il file audio in formato .mp3 (Fascicolo 5) per l’ascolto in audio-cuffia della lettura della prova d’Italiano riservato agli allievi disabili o DSA.
  • (se richiesto) il file word (Fascicolo 5) riservato agli allievi disabili o DSA
  • (se richiesto) il file PDF riservato agli allievi sordi.

Il Dirigente scolastico, inoltre, si accerta che del file audio predetto siano fatte tante copie per gli eventuali allievi interessati e che siano consegnate su un supporto di memoria esterna (es. chiavetta USB) a ciascun Docente somministratore.

Le classi campioni e le incombenze in capo al DS

Alle ore 8.00 convoca i Docenti somministratori e in presenza di classi campione anche gli Osservatori esterni per effettuare le seguenti operazioni:

rimozione dei sigilli delle prove d’Italiano (reggette termosaldate incrociate e involucro di plastica trasparente) di tutte le classi della scuola

consegna al Docente somministratore di ciascuna classe dei fascicoli della classe; dell’elenco studenti per la somministrazione nel quale è riportata la corrispondenza del nome e del cognome dell’allievo (inseriti dalla scuola) con il suo codice studente. L’ elenco studenti è disponibile a partire dal 3.05.2021 nell’area riservata della Segreteria scolastica (https://invalsi-areaprove.cineca.it) alla voce: Prove cartacee – Somministrazioni a.s. 2020-21; le etichette studenti da apporre su ciascun fascicolo della prova di Italiano;

etichettatura da parte del Docente somministratore e del Docente collaboratore (se previsto) dei fascicoli (uno per allievo) della classe loro assegnata, avendo cura di assegnare sempre il fascicolo 5 agli allievi DSA che svolgono la prova con l’ausilio del file .mp317. È opportuno che la presente operazione sia eseguita usando guanti di protezione

Svolgimento della prova (tra le 10.15 e le 12.30)

In questo caso, cioè quello delle classi quinte della Primaria, la prova inizia alle ore 10.15.

La stessa ha una durata effettiva di 75 minuti più 10 minuti (totale 85 minuti) per rispondere alle domande del questionario che si trovano al termine della prova d’Italiano e da cui gli allievi disabili o DSA sono dispensati.

Gli alunni con DSA

Per gli allievi disabili o DSA ai 75 minuti standard bisogna aggiungere gli eventuali 15 minuti di tempo aggiuntivo.

Il Docente somministratore coadiuvato dal Docente collaboratore (se presente) e, in presenza di classi CAMPIONE, dall’Osservatore esterno, distribuisce a ciascun allievo il proprio fascicolo, avendo cura di:

  • seguire l’elenco studenti e assegnare a ogni allievo il fascicolo sulla cui etichetta è riportato il suo codice studente
  • seguire la rotazione dei fascicoli in modo che due studenti vicini non abbiano lo stesso fascicolo
  • fornire agli allievi disabili o DSA la strumentazione necessaria (se prevista) per l’ascolto individuale in audio-cuffia della prova di Italiano mediante l’ausilio del file .mp3 (avendo cura di assegnare loro sempre il fascicolo 5, in cui l’ordine delle domande segue quello che lo studente ascolta nel file .mp3)

Svolgimento della prova di Italiano

Terminata la prova, il Docente somministratore ritira i fascicoli d’Italiano della classe. Il termine della prova è previsto per le ore 12.30.

Il tempo destinato allo svolgimento della prova è comprensivo anche del tempo necessario per l’organizzazione pratica della somministrazione (distribuzione e ritiro dei fascicoli ecc.).

Conclusione della prova d’Italiano e la quarantena delle prove

Terminato il tempo per la prova di Italiano, il Docente somministratore si accerta di avere ritirato tutti i fascicoli e li consegna al Dirigente scolastico (o a un suo delegato) per la loro custodia in un luogo sicuro. Il materiale è posto in quarantena per 24 ore.

Correzione della prova d’Italiano

In base a quanto stabilito dal Dirigente scolastico, la correzione della prova di Italiano può avvenire a partire da 24 ore dopo lo svolgimento della prova. In presenza di una classe campione deve avvenire sempre alla presenza dell’Osservatore esterno.

L’inserimento del risultato

In base a quanto stabilito dal Dirigente scolastico la Segreteria assegna l’inserimento dei risultati delle prove di tutti gli studenti ai docenti (o personale ATA) appositamente incaricati per ciascuna classe/materia. Il predetto inserimento è effettuato esclusivamente sul modulo on line. Nel caso di classi campione l’inserimento dei risultati è a cura dell’Osservatore esterno (si veda il Manuale dell’Osservatore).

Nelle classi campione la correzione di tutte le prove e la relativa immissione dei dati deve essere completata entro il 14 maggio 2021.

La circolare

Le circolari che in queste settimane stanno raggiungendo i docenti italiani è quanto mai indispensabile che siano esaustive, dettagliate, precise. Cioè, che diano la possibilità di rispondere ai tanti sé e ai tanti perché del corpo docente. L’istituto Comprensivo Como Rebbio, ad esempio, presieduto dal dirigente scolastico Prof.ssa Daniela De Fazio, ha predisposto una eccezionale circolare che potrebbe rappresentare un eccellente modo per dimostrare l’attenzione al tema INVALSI

Disposizioni-somministrazione-e-organizzazione-prove-INVALSI-2021

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur