Prove Invalsi candidati detenuti, in forma cartacea in sessione aperta fino al 6 giugno. NOTA

WhatsApp
Telegram

Con nota del 18 marzo il Ministero dell’istruzione e del merito fornisce indicazioni sullo svolgimento delle prove Invalsi nei percorsi di II livello, III periodo didattico funzionanti presso le sezioni carcerarie.

Anche per il corrente anno scolastico 2023-2024, le prove Invalsi per gli studenti frequentanti le sezioni carcerarie, saranno somministrate in forma cartacea in una sessione che rimarrà aperta dal 1° marzo al 6 giugno 2024.

Le prove potranno essere effettuate in giornate differenti con le seguenti durate: prova di italiano – 120 minuti, prova di matematica – 120 minuti, prova di inglese
– 90 minuti per la sezione di reading e 50 minuti per la prova di listening listening (si consiglia una pausa di 10 minuti tra le due sezioni) mediante file mp3.

I Dirigenti scolastici della scuola secondaria di secondo grado cui afferisce la sezione carceraria individuano un docente referente che somministrerà le prove.

La nota ricorda che gli studenti frequentanti l’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado devono aver sostenuto le prove Invalsi quale requisito di ammissione
all’esame conclusivo del II ciclo di istruzione.

NOTA

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia