Prove Invalsi, Bellanova (IV): “La dad non può né potrà mai surrogare o essere equivalente alla scuola in presenza”

Stampa

”I dati del Rapporto Invalsi presentato stamane non possono lasciare indifferente nessuno, tantomeno chi ha la responsabilità, per ruolo e funzione, di garantire il rientro a scuola in tutta sicurezza per docenti e alunni dal settembre prossimo. Uno studente su due non raggiunge la preparazione necessaria in materie importanti come italiano e matematica”.

Così Teresa Bellanova di Italia viva.

“Il digital divid, come ammonisce l’Oms, ha lasciato indietro nel mondo, e anche in Italia, milioni di studenti che non hanno avuto accesso alla didattica a distanza e dunque ad una formazione adeguata. Ragazze e ragazzi tagliati fuori dalla relazione scolastica, dalla socialità che questa significa necessaria per crescere, dalla possibilità di avere formazione e strumenti adeguati per costruire il proprio futuro”.

Poi aggiunge: “E’ il segno evidente che la dad non può né potrà mai surrogare o essere equivalente alla scuola in presenza né garantire adeguata e completa qualità dell’istruzione e della formazione nonostante l’impegno, il sacrificio e la dedizione del personale dirigenziale, del corpo insegnante, e del personale scolastico”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur