Prove Invalsi 2024, Giannelli (ANP) elogia il lavoro delle scuole e chiede risorse per il futuro

WhatsApp
Telegram

In occasione della presentazione del Rapporto INVALSI 2024, avvenuta oggi 11 luglio a Roma, Antonello Giannelli, Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi (ANP), ha espresso un commento positivo sui risultati emersi, sottolineando l’impegno straordinario delle scuole italiane negli ultimi anni.

“La prima analisi dei dati dà atto alle scuole, ai dirigenti e al personale docente del mastodontico lavoro sin qui da loro svolto, superando le dure prove della pandemia e impegnandosi strenuamente nelle gravose attività del PNRR”, ha dichiarato Giannelli, evidenziando come il sistema scolastico italiano abbia dimostrato resilienza e capacità di adattamento di fronte alle sfide recenti.

Il Presidente dell’ANP ha sottolineato l’importanza di questi risultati positivi per il morale delle scuole: “Avere la cartina di tornasole – vincente – di un così corposo sforzo non può che restituire fiducia alle scuole”. Tuttavia, Giannelli ha anche lanciato un appello al governo, chiedendo un impegno continuo nel sostegno all’istruzione: “Scuole alle quali il decisore politico dovrà continuare a dare risorse, indipendentemente dal PNRR, per proseguire il piano di miglioramento che si traduce nel miglioramento del Paese”.

Giannelli ha inoltre elogiato il ruolo cruciale dell’INVALSI nel fornire dati e analisi indispensabili per comprendere lo stato dell’istruzione in Italia: “Leggere contesti, illustrare i fatti, dare prospettive è il compito dell’INVALSI che si rivela, a nostro parere, sempre più prezioso e indispensabile: come faremmo se non avessimo dati?”

In conclusione, il Presidente dell’ANP ha sottolineato l’importanza di capitalizzare sui progressi evidenziati dal rapporto: “Spetta ora al sistema agire assecondando il miglioramento rilevato e rendendo strutturale il cambio di passo della scuola italiana”. 

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri