Prove Invalsi 2018 secondaria I grado: modalità e criteri di somministrazione per particolari categorie di studenti

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Con il documento pubblicato il 23 marzo 2018 l’Invalsi fornisce le indicazioni operative per la somministrazione e lo svolgimento delle prove Invalsi CBT per alcune categorie di studenti

QUALI CATEGORIE

Vengono presi in considerazioni gli studenti che rientrano nelle seguenti categorie:

1- Alunni in istruzione parentale

2- Alunni itineranti

3- Alunni in istruzione ospedaliera

4- Alunni frequentanti la prima e la seconda secondaria I grado che sostengono l’esame di Stato

5- Alunni neo-trasferiti nella scuola

6- Alunni neo-arrivati in Italia (NAI) dopo il 9/03/2018

Questi studenti potrebbero, quindi, non essere ancora inseriti nel sistema SIDI e le scuole, per consentire loro di partecipare alle prove Invalsi, devono provvedere in tal senso.

Si chiarisce, infatti, che per lo svolgimento delle prove CBT sono necessarie, per ogni studente, le credenziali di accesso per le diverse prove. Questo è possibile solo se lo studente risulta correttamente iscritto al SIDI per la classe terza secondaria I grado o come privatista

ALUNNI IN ISTRUZIONE PARENTALE

Gli alunni in istruzione parentale, rispetto alle prove Invalsi, devono essere considerati come studenti privatisti.

Per questa tipologia di alunni, l’Invalsi fornisce precise indicazioni distinguendo due casi.

Primo caso: Alunni in istruzione parentale che svolgono l’esame di Stato presso la scuola dove sono iscritti

In questo caso gli alunni sono già presenti nel sistema SIDI e inseriti in una classe.

Questi studenti svolgono le prove Invalsi presso la scuola in cui risultano iscritti nel periodo dal 23.4.2018 al 28.04.2018

Le credenziali (login e password) per lo svolgimento delle prove Invalsi si trovano nell’elenco studenti per la somministrazione della classe nella quale sono inseriti

Secondo caso: Alunni in istruzione parentale che non svolgono l’esame di Stato presso la scuola dove erano iscritti prima delo 20/03/2018 e che si iscrivono direttamente come privatisti in altre scuole

Rientrano in questo secondo caso gli alunni che si ritirano dalla scuola presso la quale risultavano iscritti come allievi in istruzione parentale e si iscrivono presso un’altra scuola come allievi privatisti.

La scuola in cui l’allievo svolgerà l’esame di Stato:

a) entro il 23/03/2018 aggiorna presso il sistema SIDI la posizione dell’allievo iscrivendolo come privatista e associandolo alla scuola

b) dal 26/03/2018 al 28/03/2018 il Dirigente scolastico nella propria Area riservata presso il sito Invalsi trova l’elenco studenti privatisti elettronico in cui può indicare eventuali misure compensative o dispensative

c) organizza lo svolgimento delle prove Invalsi (come candidati privatisti) nel periodo dal 23/04/2018 al 28/04/2018

ALUNNI ITINERANTI

Rientrano in questa tipologia gli alunni che si trasferiscono una o più volte, anche in tempi ravvicinati, da una scuola a un’altra per le esigenze professionali della famiglia.

È fondamentale che l’allievo itinerante sia puntualmente trasferito da una scuola all’altra all’interno del SIDI in modo che lo studente risulti nell’anagrafe del SIDI sempre nella scuola realmente frequentata in un determinato momento.

Per questo:

a) la scuola di provenienza e quella di arrivo si mettono in contatto in modo che il SIDI sia aggiornato immediatamente;

b) la scuola di arrivo verifica la congruenza di eventuali misure dispensative o compensative rispetto a un eventuale PEI/PDP;

c) la scuola di arrivo verifica (presso la scuola di partenza) quando l’allievo itinerante è stato inserito nel sistema SIDI e si possono presentare due casi.

Se l’inserimento nel SIDI è avvenuto entro il 9/03/2018, lo studente, nell’elenco studenti per la somministrazione, avrà una login nel formato nome.cognome e le password per lo svolgimento delle prove

Se l’inserimento nel SIDI è avvenuto dopo il 9/03/2018, lo studente, nell’elenco studenti per la somministrazione, avrà una login costituita da un codice alfanumerico e le password per lo svolgimento delle prove

Anche per questa tipologia di alunni vengono fornite indicazioni operative distinguendo due diversi casi.

Primo caso: Alunno presente in una sola scuola durante il periodo di svolgimento delle prove

La scuola di arrivo adotta tutte le misure organizzative necessarie per far svolgere all’allievo itinerante le prove Invalsi il prima possibile, possibilmente in tre giorni distinti, all’interno della propria finestra di somministrazione, indipendentemente dal calendario degli altri allievi

Secondo caso: Alunno che si trasferisce durante il periodo di svolgimento delle prove

La scuola di arrivo procede immediatamente all’aggiornamento dei dati presso il SIDI dell’allievo itinerante

Dopo 48-72 ore dall’aggiornamento dei dati presso il SIDI la scuola di arrivo verifica dall’elenco studenti per la somministrazione della classe in cui ha inserito l’alunno se l’allievo itinerante ha già svolto una o più prove Invalsi

La scuola adotta tutte le misure organizzative necessarie per far svolgere all’allievo itinerante la prova o le prove non ancora svolte il prima possibile, possibilmente in giorni distinti, all’interno della propria finestra di somministrazione, indipendentemente dal calendario degli altri allievi

ALUNNI IN ISTRUZIONE OSPEDALIERA

Per questa categoria di studenti l’Invalsi non ritiene possibile dare indicazioni valide per tutti i casi, in considerazione della specificità di ciascuno di essi e della loro variabilità.

Le scuole vengono, quindi, invitate a segnalare solo ed esclusivamente mediante il modulo domande e risposte (presente all’interno dell’area riservata ai Dirigenti scolastici) la specificità dei singoli casi per l’individuazione delle soluzioni più idonee.

In linea generale, se l’allievo è in condizioni psico-fisiche idonee per sostenere le prove:

  • la scuola competente per l’allievo ospedalizzato riceve dalla scuola di provenienza (se diversa)

le credenziali per lo svolgimento delle prove INVALSI

  • l’allievo può svolgere la prova nel periodo 4/04/2018-28/04/2018

ALLIEVI FREQUENTANTI LA PRIMA O LA SECONDA SECONDARIA I GRADO CHE SOSTENGONO L’ESAME DI STATO

Appartengono a questa categoria gli studenti che frequentano una classe precedente alla terza secondaria I grado che aderiscono a particolari progetti anti-dispersione, che consentono loro di sostenere l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione.

Per questi allievi è necessario:

  • modificare presso il SIDI l’anno di corso per renderlo disponibile tra gli allievi di classe terza o come candidati privatisti
  • se l’inserimento nel SIDI come allievi di terza o candidati privatisti è avvenuto dopo il 9/03/2018,

al momento della stampa dell’elenco studenti per la somministrazione (almeno 48-72 ore dopo

l’inserimento al SIDI) lo studente riceverà una login costituita da un codice alfanumerico e le password per lo svolgimento delle prove Invalsi

ALUNNI NEO-TRASFERITI NELLA SCUOLA

La scuola di arrivo inserisce tempestivamente presso il sistema SIDI l’allievo neo-trasferito, raccordandosi con la scuola di provenienza.

Al momento della stampa dell’elenco studenti per la somministrazione (almeno 48-72 ore dopo

l’inserimento al SIDI) lo studente riceverà una login nel formato nome.cognome e le password per lo

svolgimento della prova o delle prove non ancora svolte.

ALUNNI NEO-ARRIVATI IN ITALIA (NAI) DOPO IL 9/03/2018

La scuola di arrivo iscrive tempestivamente presso il sistema SIDI l’allievo NAI.

Al momento della stampa dell’elenco studenti per la somministrazione (almeno 48-72 ore dopo l’inserimento al SIDI) lo studente riceverà una login costituita da un codice alfanumerico e le password per lo svolgimento delle prove Invalsi

Tutto sulle prove Invalsi

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione