Prova Invalsi III media. Faraone: dal 2017/18 nel corso dell’anno, ipotesi allo studio

di redazione
ipsef

La Prova Invalsi nell'ambito dell'esame conclusivo del primo ciclo di istruzione ha suscitato da sempre diverse polemiche e diverse proposte di abolizione, che si fanno sempre più concrete con la delega che la legge n.107/2015 ha affidato al Governo, riguardo ai citati esami, come abbiamo riferito anticipatamente in Prove Invalsi, potrebbe scomparire dall'esame di terza media e comparire alle superiori.

La Prova Invalsi nell'ambito dell'esame conclusivo del primo ciclo di istruzione ha suscitato da sempre diverse polemiche e diverse proposte di abolizione, che si fanno sempre più concrete con la delega che la legge n.107/2015 ha affidato al Governo, riguardo ai citati esami, come abbiamo riferito anticipatamente in Prove Invalsi, potrebbe scomparire dall'esame di terza media e comparire alle superiori.

Di prove Invalsi si sta discutendo presso la Sala della Comunicazione del Miur, ove è in corso la presentazione del Rapporto delle rilevazioni sugli apprendimenti degli studenti. Le rilevazioni sono state condotte nei mesi di maggio e giugno scorso nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Alla presentazione, effettuata da  Anna Maria Ajello  (Presidente dell'Istituto)  e Carmela Palumbo  (Direttore Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione), sono presenti il ministro Giannini e il sottosegretario Faraone.

Proprio quest'ultimo, nel corso della suddetta presentazione, ha dichiarato  che " In delega stiamo valutando di togliere prova da esame III media." Confermata, quindi, direttamente dal Sottosegretario, l'intenzione di del Governo di procedere all'abolizione della prova Invalsi dai citati esami.

Faraone ha messo, inoltre, in evidenza che i test Invalsi hanno lo scopo non di valutare gli studenti ma le scuole, esse costituiscono una "fotografia" completa della scuola, a partire dalla quale saranno poi intraprese quelle azioni necessarie al miglioramento dell'offerta formativa. Per tale motivo, la prova non sarà abbandonata del tutto, ma somministrata nel corso dell'anno scolastico.

Il Sottosegretario ha anche annunciato che, nell'ambito dell'attuazione delle deleghe, vi saranno altre novità che, insieme a quella sulla prova nazionale, dovrebbero essere realizzate entro gennaio 2017, per entrare quindi in vigore nell'a.s. 2017/18. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare