Prova Invalsi esame di Stato media: dagli adempimenti iniziali alla somministrazione e correzione. Le istruzioni

WhatsApp
Telegram

La prova Invalsi si svolgerà per le classi III della scuola secondaria di I grado, nell’ambito degli esami di Stato, il 15 giugno p.v.

L’Invalsi, come abbiamo già riferito, ha pubblicato l’Allegato Tecnico alla prova, che fornisce tutte le indicazioni relative alla procedura che condurrà allo svolgimento della medesima  e le istruzioni necessarie al corretto svolgimento della rilevazione.

Invalsi esami Stato I grado 2016/17, prova il 15 giugno. Pubblicato Allegato tecnico

Ricordiamo in questa scheda la procedura da seguire il giorno della prova: dalla consegna dei pacchi al presidente di commissione alla correzione.

Adempimenti in sede di riunione preliminare

Ricordiamo che, nel corso della riunione preliminare della commissione plenaria, devono essere individuati, ad opera del presidente, di due docenti di vigilanza per ogni classe/locale sede
di esame.

Per la prova di Italiano non è possibile nominare come vigilanti i docenti della materia; per la matematica non è possibile  nominare i docenti della materia e quelli di tecnologia.

Nell’apposito verbale da redigere, riguardo a quanto detto sopra, si devono inoltre indicare: l’impegno del presidente ad essere presente nella classe eventualmente oggetto di rilevazione a campione; il divieto ad entrare nelle aule d’esame, esclusi i vigilanti,  il  Presidente  (e, nel caso, il vice presidente che non sia docente della materia con prova in atto) e gli eventuali docenti di sostegno; l’organizzazione di un adeguato servizio di vigilanza che non consenta la presenza nella scuola di estranei (genitori, addetti al servizio ristorazione, ecc.) durante l’espletamento della prova.

Adempimenti precedenti l’inizio delle prove

Prima dell’inizio delle prove, la commissione deve provvedere, come riportato nell’Allegato tecnico, a:

– collocare, ove possibile, in linea i banchi singoli per i candidati utilizzando ambienti grandi o anche corridoi;

– non consentire, salvo che ciò sia impossibile, che due studenti siedano nello stesso banco;

– invitare gli studenti a consegnare alla commissione, ove ne siano in possesso, telefoni cellulari e apparecchiature elettroniche di qualsiasi tipo, ivi compresi personal computer, testi di qualunque tipo e contenuto;

– avvertire i candidati che potranno essere esclusi dagli esami nel caso in cui siano colti nell’uso di tali apparecchiature;

– controllare che non sia possibile ai candidati accedere ad apparecchiature telefoniche, elettroniche e telematiche in dotazione alle scuole (laboratori di informatica, computer, ecc.) o, comunque, presenti nell’edificio scolastico;

– comunicare ai candidati che non è consentito, salvo che per i casi espressamente previsti dalla normativa vigente l’uso della calcolatrice e del vocabolario nonché avere con sé fogli di carta portati da casa;

– avvertire i candidati che, durante la prova, non potranno uscire dall’aula (salvo necessità) se non nell’intervallo tra le due prove;

– presentare la prova ai candidati della classe illustrandone le caratteristiche, le finalità, la struttura.

Consegna e Apertura Pacchi e Plichi

La consegna al Presidente della Commissione dei pacchi, contenenti i plichi in cui si trovano i due fascicoli (Italiano e Matematica), avviene il giorno stesso della prova e deve essere effettuata dal Dirigente scolastico o da un suo delegato. Oltre ai pacchi, si consegnano gli eventuali plichi speciali. L’operazione di consegna deve essere verbalizzata e sottoscritta, indicando il numero dei pacchi e dei plichi per disabili, i contenuti delle relative etichette e l’ora della consegna. Prima di procedere alla predetta verbalizzazione, si deve verificare l’integrità dei pacchi e dei plichi speciali.

Una volta ricevuti i pacchi, il Presidente della Commissione procede alla loro apertura, previa ricognizione della loro integrità, in presenza della commissione o dei vice presidenti o dei delegati delle sottocommissioni (comprese quelle delle sezioni staccate e succursali). Aperti i pacchi, si procede al controllo dell’integrità dei plichi in essi contenuti.  I verbali predisposti sono firmati da tutti i presenti.

I plichi ordinari ed eventualmente speciali vengono poi portati nelle rispettive classe e/o succursali dai vice presidenti o dai commissari delegati di ciascuna sottocommissione. La consegna dei plichi da parte del Presidente ai soggetti prima citati viene verbalizzata con l’indicazione dell’ora relativa e sottoscritta dai riceventi.

L’apertura dei plichi avviene sempre il giorno della prova, in ciascuna classe, alle ore 8.30 ed è di competenza del Presidente o ovvero dal vice presidente o dal commissario delegato di ciascuna sottocommissione. Tale operazione avviene in presenza di due alunni della classe interessata e deve essere verbalizzata con l’indicazione delle generalità dei due alunni e dell’attestazione dell’integrità del plico.
Nelle sezioni staccate, l’apertura dei plichi e le operazioni seguenti avvengono nel momento in cui arrivano gli appositi plichi sigillati contenenti i fascicoli.

Qualora nelle operazioni sopra descritte, il Presidente riscontri delle irregolarità ne dà comunicazione immediata all’Invalsi telefonicamente e via e-mail, verbalizzando il tutto. La comunicazione va inoltrata anche all’Ufficio scolastico regionale. Il Presidente deve garantire la non alterazione del materiale per come rilevato.

Dopo l’apertura dei plichi, qualora questi non contengano un numero di fascicoli inferiore al numero di alunni, la sottocommissione procede alla duplicazione delle copie necessarie. Tale operazione deve essere verbalizzata con l’indicazione di chi ha duplicato le prove e del numero di copie effettuate.

Nel caso in cui, il giorno della prova, non sia presente alcun fascicolo, il Presidente della commissione (o il vice presidente o il commissario delegato di ciascuna sottocommissione) informa immediatamente l’Invalsi, che procederà all’invio per via telematica, dei due fascicoli. Nel relativo verbale da stilare va indicato il soggetto preposto alla ricezione delle copie e alla loro duplicazione.

Qualora, infine, manchi la prova  in formato speciali per gli studenti con disabilità visiva, il Presidente della commissione (o il vice presidente o il commissario delegato di ciascuna sottocommissione) ne informa l’Invalsi che procede all’invio della medesima.

Svolgimento Prova

La prova, leggiamo sempre nell’Allegato, deve svolgersi  con ordine, in un clima sereno e con concentrazione e impegno da parte dei candidati.

Terminate le sopra descritte operazioni, la prova ha inizio alle ore 8.30, con l’apertura dei plichi, in tutto il territorio nazionale.

Tutti i candidati devono essere presenti in classe entro le ore 8.30 e nessuno di essi può essere ammesso nell’aula d’esame dopo le ore 8.30.

Queste le operazioni da eseguire per lo svolgimento Fascicolo di Matematica e per quello di Italiano:

  • consegna dei fascicoli ad ogni candidato, in modo tale da evitare  che studenti vicini abbiano la stessa tipologia di fascicolo. Sono state, infatti, predisposte cinque versioni diverse (Fascicolo 1, Fascicolo 2, Fascicolo 3, Fascicolo 4, Fascicolo 5) composte dalle medesime domande poste in ordine diverso e/o con le opzioni di risposta permutate in modo differente;
  • invito ai candidati riportare sulla copertina del fascicolo il proprio nome e cognome a stampatello e  la classe di appartenenza. I candidati esterni riportano, nel campo “classe”, la dicitura “candidato esterno”;
  • invito ad aprire il fascicolo alla prima pagina e a non iniziare la prova finché la commissione non lo consente;
  • lettura e illustrazione ad alta voce, da parte di uno dei due docenti vigilanti, delle istruzioni per la compilazione riportate nel fascicolo, assicurandosi che i candidati abbiano chiare le modalità di risposta (scelta della risposta corretta tra quattro alternative proposte, risposte a modalità vero/falso per ogni alternativa di risposta, domande a risposta aperta);
  • invito ai candidati a leggere attentamente i quesiti e ad attenersi alle istruzioni generali riportate nella prima pagina del fascicolo nonché alle indicazioni specifiche di ciascuna domanda;
  • comunicazione dell’inizio della prova e del tempo a disposizione di 75 minuti, salvo tempi aggiuntivi per i candidati con DSA o disabilità;
  • dieci minuti prima della scadenza del tempo informare i candidati del tempo rimanente;
  • ritiro del fascicolo e pausa di 15 minuti.

Durante lo svolgimento delle prove, bisogna assicurarsi che gli alunni lavorino individualmente e senza fare uso di ausili non consentiti.

I vigilanti possono fornire chiarimenti esclusivamente sulle modalità di risposta, sul tempo assegnato (75 minuti a fascicolo) e su quello rimanente, senza rispondere a domande riguardanti il contenuto dei quesiti. Devono, inoltre, prestare attenzione affinché  nessuno porti fuori dalle aule il testo della prova prima della sua conclusione.

Al termine dello svolgimento dei due fascicoli, è necessario verificare che: sulle copertine, siano stati apposti, da parte dei candidati, il corretto nome e cognome e la classe di appartenenza;  i candidati privatisti abbiano riportato, nel campo “classe”, la dicitura “candidato esterno”.

Su ciascun fascicolo (copertina), inoltre, il commissario ricevente appone la propria firma e l’ora di consegna. I fascicoli non utilizzati e la griglia di correzione sono allegati al verbale della prova nazionale (con indicazione del loro numero). Tutti i fascicoli, compresi quelli non utilizzati, vanno inseriti nei plichi che verranno sigillati.

Correzione prova

Svolta la prova, le sottocommissioni procedono alla correzione, secondo il calendario fissato, utilizzando la “griglia di correzione” predisposta dall’INVALSI e resa pubblica, a partire dalle ore 12.00 del 15 giugno, sui siti degli Uffici scolastici regionali, degli Uffici territoriali e sul sito dell’INVALSI.

Per la correzione,  sui fascicoli dei candidati si devono evidenziare esclusivamente con una penna rossa le risposte giuste e quelle errate.

Il voto attribuito alla prova nazionale di ciascun candidato è riportato nel verbale.

Rilevazione risultati

Sono previste due diverse tipologie di rilevazione: nazionale  e per le classi campione.

Per le classi non campione (rilevazione nazionale, riguardante quindi tutte le classi), le sottocommissioni riportano le risposte di ciascun candidato su di una maschera elettronica da scaricare, a partire dalle ore 12.00 del 15 giugno 2017, dal sito dell’INVALSI .  Le maschere elettroniche, compilate in ogni loro parte, devono essere caricate dalla segreteria della scuola sul sito dell’INVALSI secondo il calendario che sarà pubblicato sul medesimo sito.

Quanto alle classi campione, ricordiamo che la rilevazione riguarda una sola classe degli istituti individuati.  A partire dal 9 giugno 2017,  ciascuna scuola può visualizzare, sul sito dell’Invalsi, se una delle sue classi è stata individuata come classe campione.  Le sottocommissioni, a partire dalle ore 12.00 del 15 giugno 2017, riportano le risposte di ciascun candidato su di una maschera elettronica da scaricare dal sito dell’INVALSI. La segreteria della scuola, poi, a partire dalle ore 13.00 del 15 giugno 2017 e fino alle ore 13.00 del 16 giugno 2017, carica la maschera elettronica debitamente compilata sul sito dell’Invalsi.

Sia per le classi campione che non è previsto l’inserimento nella maschera dei voti assegnati dalle singole sottocommissioni alle prove scritte di italiano e matematica di istituto; nel caso tali voti non siano stati ancora formalizzati o le prove non siano state ancora svolte, si deve inserire la voce “dato non disponibile”.

I fascicoli compilati dagli studenti non devono essere trasmessi, ma devono essere conservati unitamente alla documentazione relativa agli esami di Stato della quale fanno
parte integrante.

Allegato Tecnico

Esami di Stato secondaria I grado, lo speciale: normativa, guide e consulenza

Tutto sugli esami di Stato I grado

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur