Protocollo per la sicurezza delle scuole: Serafini (Snals) “Domani si firma un impegno politico”

Comunicato Snals – “Abbiamo condotto una trattativa serrata –dichiara Elvira Serafini, Segretario generale dello Snals-Confsal- ma arriviamo alla firma del protocollo con un testo dal valore politico”.

E’ previsto domattina l’incontro tra le OO.SS. e la ministra Azzolina per la firma del protocollo per la sicurezza nelle scuole, passaggio propedeutico all’avvio del prossimo anno scolastico. Nel corso della trattativa, accelerata nelle ultime ore, sono state avanzate dai sindacati numerose richieste per impegnare, nero su bianco, il ministero su questioni controverse: affollamento delle classi, orario delle lezioni, tutele per i precari e per i lavoratori fragili. Ma le integrazioni migliorative non finiscono qui.

“Siamo soddisfatti per aver ottenuto un chiaro impegno per avviare all’inizio dell’anno scolastico la contrattazione nazionale per regolare la didattica a distanza e il lavoro agile del personale ata –prosegue il Segretario generale- e per aver posto le basi per tutelare i lavoratori fragili, attraverso un confronto politico dedicato, che verrà avviato sulle conclusioni scientifiche del CTS” .

Tra le integrazioni dell’ultim’ora il Protocollo contiene misure di salvaguardia del tempo scuola, ottenendo che l’orario delle lezioni non venga ridotto a danno del diritto all’istruzione degli studenti e di garantire la continuità didattica. “La qualità dell’istruzione e la sicurezza sanitaria dovevano andare di pari passo – afferma Serafini- perciò abbiamo ottenuto l’impegno a incrementare le risorse per il sistema nazionale di istruzione e formazione, contro il sovraffollamento delle classi”.

“L’obiettivo di un’attività scolastica in presenza e in sicurezza è stato il faro che ci ha guidato al tavolo negoziale –conclude il Segretario-. Gli impegni presi segnano una nuova strada che vede nella scuola un cardine della tenuta sociale del Paese e un pilastro del suo sviluppo. Vigileremo con determinazione perché sia dato rapido corso agli impegni presi”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia