Protocollo intesa Miur-EYA e EY: rafforzare competenze giovani per il loro orientamento e l’occupabilità

Stampa

Protocollo d’intesa numero 862 tra Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed EYAdvisory S.p.A e EY S.p.A. del 20 gennaio 2020.

All’art. 1 del protocollo si legge:

Il Miur e EYA e EY intendono promuovere la collaborazione, il
raccordo e il confronto tra il sistema educativo di istruzione e formazione ed il mondo del lavoro, al fine di:

  • favorire l’acquisizione, da parte delle studentesse e degli studenti, di
    competenze tecnico-professionali, nonché relazionali e manageriali, nel
    settore dei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile,
    assistenza fiscale e legale, transaction e consulenza, sulla base di quanto
    previsto nel Progetto formativo parte integrante del presente Protocollo
    d’intesa;
  • promuovere azioni per l’orientamento dei giovani e per lo sviluppo degli
    ambienti di apprendimento che attingano alla realtà operativa per la
    formazione culturale, tecnica, scientifica e all’etica del lavoro, anche
    attraverso l’apporto di esperti di settore nelle diverse attività didattico educative;
  • promuovere, nel rispetto dei Piani triennali dell’offerta formativa adottati
    dalle scuole nell’ambito della propria autonomia, la collaborazione tra le
    istituzioni scolastiche e EYA e EY, per la stipula di convenzioni finalizzate
    alla realizzazione di iniziative educative e formative di qualità rivolte alle
    studentesse e agli studenti, sulle tematiche riferite al rapporto tra
    sistema di istruzione-formazione e mondo del lavoro.

Gli impegni del Miur ed EYA e EY, riportati all’art. 2:

  • promuovere percorsi formativi che permettano l’acquisizione di
    competenze tecnico-professionali, relazionali, manageriali e comunque
    trasversali, da parte dei giovani, favorendo l’incontro tra le istituzioni
    scolastiche e le strutture organizzative di EYA e EY per la coprogettazione dei percorsi e la stipula delle relative convenzioni;
  • attivare iniziative di informazione rivolte alle studentesse e agli studenti e
    ai docenti delle istituzioni scolastiche riguardanti il settore dei servizi
    professionali di revisione e organizzazione contabile, assistenza fiscale e
    legale, transaction e consulenza, al fine di rendere i percorsi formativi
    quanto più connessialle mutevoli esigenze del mercato del lavoro;
  • promuovere l’organizzazione di attività di orientamento in uscita a livello
    territoriale per le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie di
    secondo grado, tenuto conto delle prospettive occupazionali offerte dal
    territorio, anche nella scelta dei percorsi di studi di livello terziario, sia di
    tipo universitario sia non universitario;
  • promuovere l’inclusione delle studentesse e degli studenti con disabilità,
    con percorsi formativi dimensionati in modo da favorire l’autonomia degli
    studenti stessi, il proseguimento degli studi e l’inserimento nel mondo
    del lavoro.

Protocollo intesa

 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia