Protocollo d’Intesa MIUR-CNA Federmoda: consumo e diritti

Stampa

Il 18 aprile u.s., come apprendiamo dalla nota n. 4252 il MIUR ha stipulato un protocollo d'intesa con la confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa – Unione CNA Federmoda. 

Il 18 aprile u.s., come apprendiamo dalla nota n. 4252 il MIUR ha stipulato un protocollo d'intesa con la confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa – Unione CNA Federmoda. 

MIUR e CNA Federmoda si impegnano a favorire l'approfondimento del rapporto tra consumo e diritti,  al fine di promuovere un consumo consapevole nell'ambito dell'insegnamento di "Cittadinanza e Costituzione", nonché della Dichiarazione universale dei diritti dell'Uomo.  A tal fine saranno svolti  specifici momenti informativi rivolti agli studenti delle Scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio nazionale.

Gli obiettivi che le parti intendono conseguire, tramite il detto Protocolo, sono:
 

  • Approfondire il rapporto tra consumo e diritti per sensibilizzare i giovani verso un consumo consapevole;
  • Educare alla cultura della qualità, ricercando le radici storiche, economiche, culturali e territoriali del Made in Italy;
  • Educare ai diritti del consumatore, al rispetto della legalità, dei diritti umani e della responsabilità sociale ed ambientale nel settore della moda.

Per conseguire tali  obiettivi e consentire la pianificazione degli interventi in materia, è costituito un Comitato Tecnico-Scientifico paritetico, coordinato da un rappresentante del MIUR.

Scarica il Protocollo d'Intesa: 

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese