Protocollo di sicurezza, Pacifico (Anief): “Ci sono ancora criticità, scuola riapra in presenza senza classi pollaio”

Stampa

”Siamo consapevoli che ci sono  ancora diverse criticità ma la scuola deve ripartire in presenza e  senza più classi pollaio o istituti dimensionati; questo presuppone,  però, un ripensamento della gestione degli organici e del precariato.  Ora dobbiamo lavorare tutti insieme per far destinare alle scuole  almeno 15 miliardi del Recovery Fund e vigilare, supportare ogni  dirigente scolastico nell’avvio dell’anno scolastico a settembre. Dopo 12 anni di tagli, la scuola finalmente potrà essere rivista come un  investimento per la crescita del Paese”.

Lo ha detto Marcello Pacifico (presidente Anief), dopo firma del protocollo d’intesa per  aprire in sicurezza l’anno scolastico per contenere la diffusione di  Covid-19.

“Sarà compito degli uffici scolastici regionali intervenire su  segnalazione di quei dirigenti che segnalano difficoltà sulla sua  attuazione. Il ministro s’impegna politicamente con i sindacati ad  attivare la contrattazione per la definizione del lavoro agile del  personale docente e amministrativo, a ricercare risorse per rivedere i criteri del dimensionamento scolastico, a garantire la continuità  didattica nel reclutamento, specie su posti di sostegno”, prosegue  Anief.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur