Prossimo contratto: 40 ore di lavoro in più, taglio delle supplenze e formazione obbligatoria

Di
WhatsApp
Telegram

redazione – Sarà questa la proposta del Governo per quanto riguarda il rinnovo del contratto dei docenti? Potremmo dire addio a supplenze inferiori a 5 giorni per le primarie e 15 per le secondarie.

redazione – Sarà questa la proposta del Governo per quanto riguarda il rinnovo del contratto dei docenti? Potremmo dire addio a supplenze inferiori a 5 giorni per le primarie e 15 per le secondarie.

40 ore di lavoro in più e stop a supplenze brevi? Chiariamo, è già realtà

Le maggiori modifiche potrebbero riguardare il monte ore, per il quale si potrebbe ciedere ai docenti di svolgere 120 ore annue di attività funzionali all’insegnamento.

Seguici su FaceBook. Lo fanno già in 123mila

Di queste 120 ore, 80 saranno legate alle attività collegiali, come è sempre stato. La novità consiste nella gestione delle 40 ore in più che potrebbero essere così distribuite:

  • 30 ore da dedicare agli studenti, di cui almeno 15 per le supplenze brevi (dove per breve si intende 5 giorni per la primaria e 15 per la secondaria), il resto diviso tra: sorveglianza, accompagnamento in visita d’istruzione (che diventerà obbligatorio), recupero e potenziamento della didattica;
  • 10 ore per la formazione, l’aggiornamento e la ricerca

Stesso trattamento per i docenti precari con contratto a fine lezioni o al 31 agosto, mentre i supplenti brevi dovranno mettere a disposizione 2 ore di supplenza ogni 5 giorni di assunzione. Se non si avranno almeno 5 giorni di lavoro consecutivi, il calcolo sarà fatto proporzionalmente.

Insomma, non si scappa.

Chiarimento

40 ore di lavoro in più e stop a supplenze brevi? Chiariamo, è già realtà

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur