Proroga supplenze al 31/08, nota dell’USR Lazio: solo su posti privi di titolare, “non occupati nemmeno con nomina dalla fase C”. Cosa si intende?

di redazione
ipsef

Dopo Toscana, Veneteo ed Emilia Romagna, di cui abbiamo parlato in "Proroga supplenze al 31 agosto. Nota USR Emilia Romagna"anche l'USR Lazio ha fornito chiarimenti in merito alla proroga dei contratti di supplenza al 31 agosto. 

Dopo Toscana, Veneteo ed Emilia Romagna, di cui abbiamo parlato in "Proroga supplenze al 31 agosto. Nota USR Emilia Romagna"anche l'USR Lazio ha fornito chiarimenti in merito alla proroga dei contratti di supplenza al 31 agosto. 

Le proroghe possono essere effettuate solo su posti vacanti e disponibili in organico di diritto nell'a.s. 2015/16.  La proroga, leggiamo nell'apposita nota di detto USR, potrà essere concessa solo nei confronti di coloro che stanno effettivamente occupando un posto privo di titolare e a condizione che il medesimo posto non sia stato coperto nemmeno con nomina dalla fase C).

Diversamente da quanto predisposto da Toscana, Veneto ed Emilia Romagna, l'USR Lazio non limita le proroghe ai posti rimasti vacanti nell'ambito delle operazioni di immissione in ruolo effettuate nella fase B del piano straordinario di assunzioni, ma parla, in generale, di posti dell'organico di diritto e cita i posti non coperti con nomina dalla fase C.

I posti attribuiti in quest'ultima fase non rientravano sicuramente nell'organico di diritto, ma in quello di potenziamento o meglio, per l'anno scolastico 2015/16, si è parlato di organico aggiuntivo.

La nota, pertanto, risulta essere poco chiara, facendo confusione tra le diverse tipologie di posto.

Auspichiamo che il Miur intervenga per fare chiarezza riguardo, soprattutto, ai docenti nominati su posti di potenziamento privi di titolare.

Scarica la nota:

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione