Proroga pagamento assegno nucleo familiare da parte di NoiPA fino al 28 febbraio. NOTA

WhatsApp
Telegram

Dal 2022 lo Stato sosterrà tutte le famiglie con figli, dagli incipienti ai più benestanti. E accompagnerà i figli già dal settimo mese di gravidanza oltre la maggiore età, fino a 21 anni, a patto che i ragazzi studino, facciano tirocini con redditi minimi o anche il servizio civile universale.

Arriva, con l’ultimo decreto attuativo che sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri, la definizione a regime dell’Assegno Unico universale per i figli, che interesserà sia i lavoratori dipendenti sia gli autonomi e che sarà sempre erogato dall’Inps, su domanda dei nuclei interessati.

Il nuovo assegno terrà conto delle famiglie numerose che arriveranno a ricevere, combinando più requisiti, fino a oltre 1000 euro al mese.

Gli importi saranno parametrati all’Isee: due in linea generale i limiti individuati, sotto i 15mila euro di Isee per avere il massimo dei benefici, oltre i 40mila per avere comunque almeno il minimo.

Nessuna famiglia, se vorrà, resterà quindi fuori dal contributo che andrà dai 50 ai 175 euro al mese che diventano da 25 a 85 per i figli tra i 18 e i 21 anni. Saranno previste una serie di maggiorazioni in base al numero di figli e alla presenza di disabili, ma si terrà conto anche del fatto che entrambi i genitori lavorano, mentre una maggiorazione ad hoc, 20 euro al mese indipendentemente dall’Isee, andranno alle mamme under 21.

A partire dal terzo figlio è prevista una maggiorazione tra i 15 e gli 85 euro a figlio in base all’Isee, mentre i nuclei con quattro figli o più riceveranno un’ulteriore maggiorazione forfettaria da 100 euro al mese. Se entrambi i genitori lavorano e l’Isee è basso, si avranno altri 30 euro in più, che si azzerano oltre i 40mila euro.

Come presentare la domanda

Si dovrà presentare domanda all’Inps in modalità telematica o presso gli istituti di patronato. Le domande potranno essere presentate da gennaio e sono riferite al periodo compreso tra marzo e febbraio dell’anno successivo.

L’assegno sarà riconosciuto dal mese successivo a quello di presentazione della domanda; nel caso in cui è presentata entro il 30 giugno dell’anno di riferimento, l’assegno è riconosciuto dal mese di marzo dello stesso anno. Ferma restando la decorrenza, l’Inps provvede al riconoscimento dell’assegno entro sessanta giorni dalla domanda.

L’erogazione avviene mediante accredito su Iban o mediante bonifico domiciliato, e per i percettori di Reddito di cittadinanza non ci sarà bisogno di presentare la domanda perché sarà assegno insieme al reddito.

Proroga pagamento assegno unico per nuclei familiari fino al 28 febbraio

È stato pubblicato sul portale NOIPA il messaggio 130/2021, relativo alla proroga automatica del pagamento degli ANF fino al 28 febbraio 2022 per i nuclei familiari con figli a carico.

Al fine di ulteriormente chiarire gli aspetti operativi delle competenze di questa RTS, con riserva di eventuali modifiche procedurali che dovessero intervenire, si comunica quanto di seguito:

a) ASSEGNO UNICO PER NUCLEI FAMILIARI CON FIGLI EROGATO DA INPS DAL 01/03/2022
Il Sistema NoiPA e le RR.TT.S. non hanno competenza alcuna nella gestione, calcolo e liquidazione dell’assegno unico come previsto dal D. L.vo 21 dicembre 2021, n. 230, pubblicato sulla GU n. 309 del 30-12-2021, in attuazione della delega conferita al Governo ai sensi della legge 1° aprile 2021, n. 46.
Le relative richieste, per il periodo dal 01/03/2022, dovranno essere presentate direttamente dagli interessati sul portale INPS all’attuale pagina https://www.inps.it/news/assegno-unico-e-universale-le istruzioni    ove sono disponibili anche le relative istruzioni e FAQ.
Alla luce di quanto sopra, eventuali richieste di informazioni e/o di liquidazione indirizzate a questa RTS verranno restituite senza esito.

b) ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE (ANF) PER NUCLEI FAMILIARI CON FIGLI FINO AL 28/02/2022
Il Sistema NoiPA e le RR.TT.S. rimangono competenti anche per la gestione, calcolo e liquidazione delle richieste per l’ANF per i nuclei familiari con figli ma solo fino al 28/02/2022.
Come indicato nel Messaggio 130 di NoiPA, i pagamenti dell’assegno per nucleo familiare e la maggiorazione prevista dall’art. 5 del D.L. 79/2021 già in corso al 31/12/2021 verranno prorogati automaticamente fino al 28/02/2022 senza necessità di presentare alcuna richiesta né da parte dell’Ufficio di Servizio né degli utenti.
E’ inoltre possibile richiedere l’assegno in questione anche per periodi arretrati, fino a 5 anni dal momento della domanda, con le modalità già in uso che per comodità si riepilogano:

  •  Modulo 168.1 per gli Uffici dei Ministeri Vari diversi dal Ministero dell’Istruzione e MIUR;
  •  Modulo 168.2 per le Istituzioni Scolastiche, Conservatori ed Accademie ed Uffici Scolastici;
  •  Modulo ANF2020 di cui all’Informativa 199/2020 per le richieste inoltrate direttamente dagli utenti.

c) ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE (ANF) PER NUCLEI FAMILIARI SENZA FIGLI
Tutte le richieste già pervenute e quelle che perverranno, saranno quindi liquidate, ove spettanti, solo fino al 28/02/2022 anche se dall’istanza emergessero periodi successivi.

Il Sistema NoiPA e le RR.TT.S. rimangono invece competenti per la gestione, calcolo e liquidazione delle richieste per ANF dei nuclei familiari senza figli, che di seguito si riepilogano

INFORMATIVA

MESSAGGIO NOIPA

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia