Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Proroga Naspi di 2 mesi: per chi vale e incompatibilità

Per chi vale la proroga di 2 mesi dell’indennità di disoccupazione Naspi? Vediamo scadenze della misura e incumulabilità.

  1. Buongiorno, vorrei sapere se la proroga vale anche per chi ha la naspi  in scadenza a luglio e non percepisce altro redditi avendo un isee di € 10.091,00. Grazie e saluti.
  2. Salve,a me è stata pagata la naspi ad aprile gli ultimi 15 giorni(dal 1 al 15)con pagamento avvenuto l 8 maggio.mi spetta la proroga di due mesi della naspi??grz in anticipo
  3. Buongiorno, 
    La contatto in merito all’articolo 92 del decreto rilancio. 
    Per essere compatibili con questa forma di sostegno a reddito è necessario, che il precettore non abbia usufruito di uno dei precedenti bonus.  Questo vale per singolo componente o qualora qualcuno nel stesso nucleo familiare abbia usufruito del bonus per lavoratori autonomi decadrebbe la compatibilità? 
    Grazie dell’attenzione

Proroga naspi di 2 mesi

Come abbiamo scritto nell’articolo Naspi: il decreto Rilancio la prolunga di 2 mesi?, Il Decreto Rilancio ha prolungato di 2 mesi l’indennità di disoccupazione (Naspi o Dis Coll) in scadenza dal 1 marzo al 30 aprile 2020.

Al riguardo cerchiamo di rispondere alle domande dei nostri lettori:

1)Con il Decreto Cura Italia è stata prorogata solo la Naspi in scadenza dal 1 marzo al 30 aprile 2020. Al momento, quindi, nessuna proroga è prevista per le indennità di disoccupazione in scadenza a luglio.

2) Se l’ultimo pagamento della Naspi è relativo al mese di aprile rientra nella proroga (indipendentemente da quando è avvenuto il pagamento dello stesso). Se la sua Naspi, quindi, è scaduta ad aprile, avrà prolungata l’indennità per altri 2 mesi.

3) L’articolo 92 del decreto Rilancio prevede testualmente che il percettore di Naspi non abbia fruito di quanto previsto “agli articoli 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, né di quelle di cui agli articoli 84, 85 e 98 del presente decreto”.

Nello specifico, gli  articoli 27, 28, 29 e 30 del Cura Italia si riferiscono all’indennità di 600 euro per professionisti, collaboratori, lavoratori de turismo, agricoli e dello spettacolo

Per quel che riguarda il Decreto Rilancio, invece, gli articoli 84 e 85 si riferiscono alle indennità di 600 euro (rinnovata per altri 2 mesi) e all’indennità per i lavoratori domestici mentre l’articolo 98 è riferito ai lavoratori sportivi.

Possono quindi rientrare nella proroga i percettori di Naspi che hanno richiesto reddito di emergenza per il proprio nucleo familiare ma non vi rientrano coloro che hanno fruito delle indennità sopra descritte personalmente.

 

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia