Proroga Graduatorie concorso 2016: si può realizzare in 40 giorni, il testo proposto dal Sen. Pittoni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Sen. Pittoni Presidente della Commissione Cultura al Senato e responsabile istruzione della Lega ha sottoposto al vaglio di Miur e sindacati un testo per la proroga della validità delle graduatorie di merito del concorso 2016. 

Il testo proposto

La proroga sarebbe di un triennio ulteriore rispetto al triennio di normale vigenza delle graduatorie. Posto che rispetto al triennio iniziale una prima proroga di un anno è intervenuta, la proroga effettiva sarebbe di due anni.

“L’art. 1, comma 603, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 è così modificato: «Le graduatorie del concorso di cui all’articolo 1, comma 114, della legge 13 luglio 2015, n. 107, conservano la loro validità per un ulteriore triennio, successivo al triennio di cui all’articolo 400, comma 01, secondo periodo, del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado, di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.”

Mobilità ha sottratto posti al concorso

La norma intende intervenire in un ingorgo istituzionale – amministrativo, per cui la mobilità territoriale senza limite ha sottratto posti al concorso 2016.

A ciò si è aggiunta una gran mole di provvedimento giurisdizionali che hanno determinato prove suppletive che hanno modificato la graduatoria originaria.

Procedura e tempi

Per la realizzazione della norma occorre un emendamento da inserire in un ddl in corso d’esame o nella conversione di un dl.

Per i tempi parlamentari si ipotizzano 40 giorni. La norma avrebbe effetto immediato sulle prossime nomine in ruolo relative all’a.s. 2019/2010.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione