Proroga al 31 agosto supplenze ATA: anno difficile per i collaboratori scolastici

Stampa

L’ufficio Scolastico di Torino, nel fornire ai Dirigenti Scolastici la consueta informazione sulla proroga delle supplenze  31 agosto, fa alcune precisazioni. 

Le richieste di proroga debitamente motivate dai Dirigenti Scolastici – scrive l’Ufficio Scolastico –  tenuto conto che le stesse dovranno trovare giustificazione solo nella oggettiva impossibilità di garantire, mediante l’impiego di personale assunto a tempo indeterminato e determinato, con contratto di lavoro fino al 31 agosto 2020, l’effettivo svolgimento dei servizi connessi alle seguenti attività:

  •  esami di Stato, di idoneità, preliminari, e integrativi di istituto;
  • esclusivamente per i profili professionali di assistente amministrativo e di assistente tecnico (che, di norma, svolgono attualmente la prestazione lavorativa in modalità agile), servizi di istituto finalizzati a garantire l’ordinato avvio del prossimo anno scolastico (ad. es., adempimenti legati all’aggiornamento delle graduatorie di istituto, allo svolgimento delle procedure concorsuali in atto, alla stipulazione dei contratti a tempo indeterminato e determinato, ovvero di natura amministrativo-contabili).

Quando la proroga per i collaboratori scolastici

Le richieste di proroga riguardanti il profilo di collaboratore scolastico si ritengono non suscettibili di considerazione   scrive l’ufficio Scolastico –  salvo il caso in cui il dirigente scolastico rappresenti, con solida motivazione, la oggettiva assoluta impossibilità di garantire i servizi di apertura, vigilanza, chiusura e pulizia della sede scolastica individuati come indifferibili con il personale di ruolo e i supplenti annuali.

La nota dell’ufficio scolastico di Torino

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì