La proposta di M5S: scienze motorie alla primaria affidata a diplomati Isef e laureati specializzati

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Simone Valente, membro del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, Scienza e Istruzione non ha dubbi "L’attività fisico-motoria in età evolutiva è dirilevante importanza per la salute, la prevenzione, lo sviluppo delle capacità coordinative ed il corretto sviluppo della persona. Non è perciò concepibile che nella scuola primaria questa materia sia svolta da personale nonspecializzato e formato".

red – Simone Valente, membro del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, Scienza e Istruzione non ha dubbi "L’attività fisico-motoria in età evolutiva è dirilevante importanza per la salute, la prevenzione, lo sviluppo delle capacità coordinative ed il corretto sviluppo della persona. Non è perciò concepibile che nella scuola primaria questa materia sia svolta da personale nonspecializzato e formato".

"Stante la situazione – aggiunge Valente – noi del M5S abbiamo presentato un emendamento al decreto Istruzione, ora in esame, per far sì che l’Educazione Motoria sia svolta solo da personale qualificato. Ossia, diplomati ISEF o laureati in Scienze Motorie. Questa soluzione non andrebbe solo a favore della salute dei giovani alunni, ma creerebbe infatti più 6500 posti di lavoro, tra docenti di ruolo e supplenti, dando nuovi sbocchioccupazionali per questo tipo di percorso di studi.

Quante matricole sarebbero attratte dal corso di laurea in Scienze Motorie, se la competenza avesse la giusta attenzione? Pensiamo quindi non solo all’educazione motoria a scuola, che a nostro avviso deve raggiungere i livelli dei sistemi scolastici del Nord Europa, ma anche a centri fitness, palestre, strutture sanitarie, associazioni sportive. Quando si parla di salute non ci si può affidare a personale non qualificato. Si tratta di una cosa seria, poiché, soprattutto nelle prime fasce d’età, l’educazione motoria svolta
in maniera scorretta, influisce gravemente sullo sviluppo e sulla salute della persona. Non dimentichiamo che ogni euro speso in prevenzione tramite una corretta educazione motoria, consente di risparmiare oltre quattro euro di spese sanitarie.

Ora – conclude Valente – sta a PD e PDL votare l’emendamento del M5S e mettere un primo tassello per il riconoscimento della figura del laureato in Scienze Motorie"

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur