Proposta M5S: Psicologo in ogni classe per combattere bullismo e azzardopatia online

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

Lo psicologo in ogni classe per creare un’atmosfera di maggior benessere fra gli studenti e migliorare il rapporto fra scuola e famiglia. 

E’ l’ultima proposta del Movimento 5 Stelle che vuole combattere anche in questo modo il disagio psicosociale che, se non viene intercettato immediatamente, può degenerare negli episodi di bullismo o in altre patologie del comportamento inclusa la “azzardopatia online“.

Per dare corpo alla proposta, alcuni consiglieri regionali pentastellati del Lazio hanno presentato una proposta di legge.

La necessità di garantire la figura dello psicologo a scuola – spiega in consigliere regionale Davide Barillari, primo firmatario della proposta di legge – che sviluppi la relazione d’aiuto attraverso una sorta di sportello d’ascolto rivolto a tutti gli attori del contesto scolastico, è validata dall’allarme lanciato su scala internazionale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui nel 2020 oltre il 20% di bambini e adolescenti avrà bisogno di un supporto psicologico o psichiatrico. Inoltre, sempre secondo l’OMS, il 75% delle malattie mentali gravi esordiscono prima dei 24 anni. Di qui l’importanza di impedire la degenerazione del disagio offrendo tempestivamente un aiuto. E la scuola in questo senso può tornare ad essere una cerniera fondamentale con famiglia e società, sviluppando la sua azione di prevenzione del disagio emotivo non con un approccio patologico ma puntando allo sviluppo dell’empatia e delle proprie risorse interiori, sia a livello individuale che di gruppo”.

I consiglieri 5 Stelle vorrebbero vedere la loro proposta calendarizzata nei lavori parlamentari per essere discussa al più presto, ovvero appena si saranno insediate le Commissioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione