Promozione a fine anno troppo facile produce ignoranza. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Mario Bocola – Oggi la scuola non produce istruzione, ma ignoranza. Basta varcare la soglia di un qualsiasi edificio scolastico per essere promossi.

Di qui nasce la demotivazione degli alunni, i quali sanno che saranno promossi e così si abbassa il livello dell’istruzione, sempre più in basso.

L’istituzione scolastica non viene più riconosciuta come luogo di formazione e di educazione: i docenti sono picchiati, maltrattati, in balia di ragazzi bulli e genitori violenti, per cui l’obiettivo trasversale dell’educazione viene visto in veste contraria.

Chi sta ai vertici, compresi i DS, questo fattore non lo percepiscono, restando saldamente aggrappati a teorie fallimentari che hanno prodotto solo una cosa: la distruzione della scuola, in nome solo di idee cognitivistiche che esistono solo sulla carta e non ha ricadute efficaci nella realtà.

Il quadro è veramente fosco e drammatico perché, soprattutto nella scuola media (secondaria di I grado) circa un terzo degli alunni non possiedono, secondo una ricerca, le competenze sufficienti in italiano e matematica per proseguire la scuola superiore. E questo ci allontana dagli obiettivi dell’Europa 2030.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!