Prolungamento anno scolastico, il CIDI attacca: “Senza ascoltare la scuola, una posizione del genere è foriera di conflitti”

WhatsApp
Telegram

Secondo il Presidente Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti, Beppe Bagni,  a proposito dell’ipotesi di allungare il calendario scolastico proposto da Mario Draghi, “una posizione del genere, assunta senza prima aver ascoltato la scuola, né le associazioni e i sindacali, ma forse solo Fondazione Agnelli e amici, è molto grave e foriera di conflitti di cui proprio non se ne vede il bisogno. Non si può continuare a seguire il senso comune che pensa che il problema sia quello del ‘recupero’ di ore di ‘lezione'”.

Queste che stanno emergendo – evidenzia Bagni all’Adnkronos – sono posizioni solo ‘orecchiabili’ ma drammaticamente superficiali. Farne un problema di quantità invece che di qualità è un errore gravissimo:  la Finlandia, che a detta di tutti ha una scuola di grande qualità ha uno dei monte orari tra i più bassi d’Europa. Le attività di recupero devono essere decise dalle scuole e devono essere diversificate in base ai reali bisogni formativi di ciascuno”.

Secondo Bagni, inoltre, “pensare che non si sia fatta scuola è offensivo per i tanti insegnanti che si sono impegnati nella Dad e hanno collaborato tra loro per far sentire la scuola vicina agli allievi. Certo è stata una scuola d’emergenza, ma se ne esce con una scuola di qualità , che faccia tesoro dell’esperienza vissuta dagli insegnanti e da ogni singolo allievo. Non certo facendone un problema di giorni in più o in meno. Il tempo passato – ribadisce – non è stato tempo sospeso, gli orologi di tutti noi non si sono fermati. Quel tempo rappresenta una esperienza preziosa per fare scuola, non una parentesi da chiudere e cancellare con una quindicina di giorni in più di lezioni“.

Senza considerare – aggiunge Bagni – che a scuola si progetta, si valuta, si organizza il piano didattico per l’anno successivo. Questa enfasi sulla scuola ridotta alla lezione che va recuperata conferma il dominio di una visione arretrata e conservatrice che tende a illuminare le cattedre e lasciare tutto il resto al buio. Invece – conclude – è portando tutti a guardare e apprezzare ciò che avviene (o dovrebbe avvenire) in quel buio che possiamo far fare uno scatto di qualità al nostro intero sistema“.

 

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito