Programma Lega-Movimento 5 stelle per la scuola: prof responsabile e concorsi regionali, nido gratuiti, ministero disabilità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono queste alcune indiscrezioni raccolte dal quotidiano “Il Messaggero” e “Corriere” che oggi danno alcune anticipazioni circa gli accordi tra Lega e Movimento 5 stelle relativamente alla scuola.

Secondo quanto scrive il Messaggero relativamente agli accordi tra i due partiti per l’accordo di Governo, sulla scuola i due schieramenti starebbero trovando la quadra.

Tre sono i punti sul quale insiste il quotidiano:

  • maestro unico
  • concorso su base regionale
  • no a pendolarismo docenti

Maestro unico

Dando uno sguardo al programma dei due schiaramenti, i punti messi in evidenza dal quotidiano si riferiscono in particolare ad aspetti del programma leghista. Bisogna, però, precisare alcune cose.

Innanzitutto che ciò che il Messaggero definisce come “maestro unico”, si riferisce con molta probabilità all’idea contenuta nel programma della Lega che va sotto il nome di “Insegnante prevalente” per le medie.  Si tratta di un professore responsabile che si occuperà delle materie principali (italiano, storia, geografia, scienze) e segue la classe per tutta la durata degli studi, affiancato dagli insegnanti delle materie specifiche (matematica, lingue, discipline sportive, discipline artistiche, musica ecc.).

Concorso regionali

Altro punto da chiarire riguarda i concorsi su base regionale. La lega ha proposto di istituire il cosiddetto “domicilio professionale”. In questo modo il partito vorrebbe evitare quanto più possibile i trasferimenti più o meno forzosi di insegnanti da una parte all’altra della Penisola.

Il Corriere, invece, punta il riflettore su altri due aspetti

  • asilo gratuiti
  • disabilità

Asili gratuiti

L’accordo, secondo il quotidiano, prevederebbe la gratuità completa dell’asilo nido per le famiglie con basso reddito

Ministero disabilità

Inoltre, sarebbe intenzione di istituire il ministero alla Disabilità che si occupi del tema per la scuola, ma anche per il mondo del lavoro

Come stanno le cose?

Gli aspetti messi in evidenza dai due quotidiani generalisti sono presenti nei programmi dei due partiti.

Da quanto è in nostro possesso, il programma che riguarda la scuola non scende molto nei particolari, ma si tratta di un accordo molto generico sul quale si costruirà il percorso parlamentare.

Inoltre, alcuni dei punti di frizione tra i due schieramenti pare non siano stati affrontati. Sarebbero stati ignorati e quindi non rientreranno nell’accordo, ad esempio, la delicata questione dei finanziamenti alle scuole non statali. Il Movimento 5 stelle, infatti, contrario, la Lega favorevole

Ad ogni modo nelle prossime ore saremo in grado di dare maggiori particolari. Per mettere il sigillo sull’accordo manca ancora il nome del Premier. I due schieramenti oggi saranno al cospetto del Presidente, quindi sapremo di più.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione