Progetto “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”: candidature entro 30 ottobre

Stampa

Anche per l’anno scolastico 2020/2021 proseguirà il Progetto “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”, al suo XI anno di realizzazione, promosso nell’ambito delle iniziative previste dal Protocollo d’intesa tra MI e UNICEF, con l’obiettivo di favorire la conoscenza e l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel contesto educativo

Il progetto si divide in tre fasi:

Fase Iniziale. La fase iniziale del progetto prevede l’attivazione di un percorso di ascolto dei bambini, bambine e ragazzi che devono ricucire i loro legami educativi: legami affettivi, di relazioni, apprendimento e benessere. La proposta UNICEF #torniamoascuola consentirà ai docenti di accompagnare gli studenti in questo momento così delicato e importante, dedicando estrema attenzione alla straordinarietà di quanto è accaduto, trasformando un’esperienza difficile in una opportunità di crescita personale e di gruppo.

Fase progettuale. La seconda fase del percorso si concentra sulla progettazione e realizzazione di attività e progetti volti a ricostruire condizioni di benessere, affinché i bambini e i ragazzi possano meglio apprendere ed esprimere appieno il loro potenziale. A tale scopo sul sito www.unicef.it/scuola sono a disposizione specifiche proposte educative che le scuole potranno visionare.

Fase conclusiva del Progetto e attestazione. A seguito della conclusione delle attività, al fine di ottenere il riconoscimento di “Scuola Amica”, le scuole dovranno presentare alla Commissione Provinciale il progetto realizzato e i risultati raggiunti attraverso la compilazione della Scheda delle buone pratiche.

NOTA

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia