Progetto Open Doors, Bianchi: “Straordinaria iniziativa, elemento di speranza per i giovani”

Stampa

“Open Doors è un’iniziativa straordinaria basata sul racconto. Persone che hanno raggiunti livelli di responsabilità all’interno di grandi imprese possono ora raccontare la loro esperienza ai ragazzi, che devono sapere che è possibile raggiungere quegli stessi livelli attraverso la scuola, lo studio e l’ascolto”.

Così il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi in un videomessaggio trasmesso durante la presentazione di ‘Open Doors’, un progetto con l’obiettivo di costruire un sistema di informazione e orientamento rivolto ai giovani fin dalla scuola, fondato sulla narrazione dei mestieri e delle professioni attuali e future.

“Si tratta di imprese leader in Italia – spiega il ministro – che hanno avuto origine diverse e oggi offrono servizi, prodotti, intelligenza. Il fatto che i maggiori responsabili di queste imprese possono ora raccontare le loro storie vuol dire che diventano materia di studio per i nostri ragazzi e, anche in un momento difficile come questo, rappresentano un elemento di speranza, chiarezza e guida per i nostri ragazzi”.

Che cos’è Open Doors

“Open Doors”è il progetto del ministero per le Politiche Giovanili e il Servizio civile universale che coinvolgerà gli istituti da aprile a novembre con una serie di webinar: gli ospiti racconteranno il proprio percorso formativo con la tecnica dello storytelling, aprendo a una modalità innovativa per l’orientamento professionale dei ragazzi. Gli appuntamenti saranno poi conservati su una piattaforma, così da essere sempre disponibili per la comunità scolastica.  L’obiettivo è quello di dare una risposta all’emergenza “occupazione giovanile” in tempi di Covid-19 e, al contempo, di porre le basi per un concept longitudinale di orientamento professionale permanente rivolto alle nuove generazioni.

Stampa

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile