Sicilia: festa autonomia sarà cancellata, ma si insegnerà cultura siciliana. Stanziati 14 milioni di euro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana un avviso riguardante gli “Interventi per l’innalzamento dei livelli di istruzione della popolazione scolastica siciliana”- “Leggo al quadrato – terza edizione”.

Il progetto è rivolto agli alunni delle scuole elementari e medie, al triennio dei Licei Artistici, degli Istituti tecnici e professionali. Per il progetto sono stati stanziati 14 milioni di euro ed ha lo scopo di ridurre le differenze nei livelli di sviluppo dei territori regionali del Sud d’Italia; ai finanziamenti si aggiungono anche le somme stanziate ordinariamente nel bilancio regionale.

Il progetto mira a potenziare i processi di apprendimento per studenti in debito di competenze di base, nelle discipline di italiano e matematica; sarà possibile attivare moduli tematici quali l’educazione civica a quella ambientale,la legalità, il contrasto al bullismo, l’apprendimento linguistico inteso anche come patrimonio linguistico siciliano.

La regione Sicilia ha anche proposto, secondo quanto riporta Palermo Today,  che nel calendario scolastico 2018/19, in occasione della Festa dell’Autonomia siciliana del 15 maggio, le scuole dovranno realizzare specifici momenti di approfondimento dei contenuti dello Statuto della Regione, nonché di tematiche connesse alla storia, alla tradizione e all’identità siciliana.

Questa attività sostituirà la “vacanza” in occasione del raggiungimento dell’autonomia siciliana.

Sono state anche destinate risorse finanziarie, fino al 40% dell’importo complessivo, all’acquisto di arredi e attrezzature informatiche, per l’ammodernamento delle istituzioni scolastiche.

Link alla Gazzetta della Regione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione