Progetto ispirato alla startup sociale Mabasta vince bando per creare modello di “Scuole Debullizzate”

Stampa

Il Dipartimento delle Pari Opportunità (Presidenza del Consiglio dei Ministri) ha pubblicato la graduatoria definitiva delle iniziative educative vincitrici relative al bando “Piano d’Azione straordinario contro la violenza Ragazzi_bulliziotti_sm.jpgsessuale e di genere”.

Tra queste vi è anche il progetto ideato dai ragazzi della startup sociale Mabasta dal titolo “Scuole Debullizzate”, presentato quindi dall’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce e con il coinvolgimento di dieci istituti comprensivi del territorio.

Il progetto “Scuole Debullizzate” prevede la sperimentazione e realizzazione di un “modello” comportamentale originale, utile alla prevenzione e alla possibile soluzione di ogni forma di bullismo e sopraffazione nelle scuole, ed è stato finanziato per complessivi 89mila euro. L’obiettivo è quello di agire attraverso alcune iniziative molto originali, dal basso, come ad esempio l’introduzione nelle classi e negli istituti delle figure di Bulliziotti e Bulliziotte, della realizzazione e gestione delle BulliBox, dell’utilizzo di un centro di ascolto digitale per la raccolta di segnalazioni, etc. Referenti del progetto sono la dirigente della scuola, prof.ssa Addolorata Mazzotta, ed il docente dei ragazzi, Daniele Manni.

Al bando pubblico hanno aderito oltre 500 istituzioni scolastiche di tutta Italia. I fondi, 5 milioni di euro messi a disposizione dal Dipartimento Pari Opportunità, hanno permesso il finanziamento di 90 progetti. Il bando, pubblicato il 14 novembre 2016, è frutto di un più ampio progetto di sensibilizzazione e prevenzione concordato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con l’obiettivo di avvicinare gli studenti ai temi legati alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!