Progetto “A Scuola di OpenCoesione”, candidature entro il 14 ottobre

Stampa

Il Miur ha pubblicato la nota n. 6767  del 16 settembre 2016 avente per oggetto “Avviso alle scuole secondarie superiori per la presentazione della domanda di partecipazione al progetto “A Scuola di OpenCoesione” a.s. 2016/2017”.

Il progetto, rivolto alle scuole secondarie di II grado e realizzato in collaborazione da Miur e Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, si propone la finalità di promuovere principi di cittadinanza attiva e consapevole del proprio territorio e del ruolo dell’intervento pubblico, anche con l’impiego di tecnologie di informazione e comunicazione.

Possono partecipare al progetto 200 scuole al massimo. La partecipazione, inoltre, è aperta alle scuole che dispongono di una connessione internet in laboratorio o in classe, con possibilità di fruire in modalità frontale a materiali didattici tramite LIM o superficie interattiva, abilitare una video-conferenza, permettere agli studenti di lavorare online in gruppo con accesso ai principali social network e ambienti collaborativi cloud.

Qualora le scuole interessate a partecipare siano più di 200 si procederà ad una selezione fondata sui seguenti criteri preferenziali:  Appartenenza della scuola a una regione del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania,
Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia);  Formalizzazione tramite specifica lettera di supporto dell’affiancamento dei centri di informazione Europe Direct, delle associazioni “Amici di ASOC” o di altre associazioni; Coinvolgimento di docenti di discipline diverse; Motivazione specifica di partecipazione al progetto; Pregressa gestione altri progetti rilevanti.

Le candidature vanno presentate utilizzando l’apposito formulario online,  disponibile a questo link e  devono pervenire entro le ore 15:00 del 14 ottobre 2016.

Le classi vincitrici beneficeranno di un viaggio premio di due giorni a Bruxelles presso le istituzioni europee, finanziato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

Il progetto, inoltre, si colloca nell’ambito del PNSD per l’implementazione di un uso attivo delle dinamiche tecnologiche nella didattica.

Le classi partecipanti sono impegnate, nel corso dell’anno scolastico, in un percorso didattico guidato dal docente referente che prevede le seguenti attività:

  • verifica della modalità di spesa dei fondi pubblici attraverso l’apprendimento di tecniche avanzate di ricerca;
  • reperimento, analisi ed elaborazione di dati; utilizzo di tecniche avanzate di comunicazione e storytelling;
  • incontri ed interviste con le istituzioni e i soggetti beneficiari dei finanziamenti oggetto della ricerca scelta;
  • organizzazione di eventi per il coinvolgimento della comunità scolastica e territoriale.

Il percorso didattico si articola in 5 lezioni in classe di circa 3 ore, in una “visita di monitoraggio civico, partecipazione e organizzazione di almeno due eventi pubblici di disseminazione dei risultati e coinvolgimento della comunità territoriale di riferimento. Durante lo svolgimento del progetto, inoltre, sono previste circa 30 ore di lavoro autonomo.

Nello specifico, il progetto si propone di far approfondire agli alunni delle classi partecipanti la conoscenza delle caratteristiche socio-economiche, ambientali e/o culturali del proprio territorio, partendo da uno o più interventi finanziati dalle politiche di coesione su un tema di interesse, in modo da verificare come le politiche stesse intervengono per migliorare il contesto locale.  Allo stesso tempo, tramite la citata verifica si punta  a contribuire alla formazione di studenti con competenze digitali affinché diventino cittadini consapevoli e attivi nella partecipazione alla vita pubblica del proprio territorio.

I docenti interessati, nel corso dello svolgimento del progetto, potranno avvalersi dell’ausilio di soggetti esterni presenti sul territorio: Centri di informazione Europe Direct; Associazioni della società civile.

Allegati alla nota il Vademecum di progetto (allegato 1) e il Facsimile formulario di candidatura (allegato 2).

Scarica la nota e gli allegati

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur